Ecco alcuni accessori per “cinematizzare” gli obiettivi fotografici

800
0

Un comportamento naturale, per chi possiede una fotocamera, è quello di utilizzare i vari obiettivi fotografici che possiede anche per registrare filmati. Niente da obiettare, molti obiettivi sono otticamente fantastici e possono aggiungere qualità alla produzione. Ma, perché c’è sempre un ma, le caratteristiche meccaniche della maggior parte di questi obiettivi non rispecchiano a pieno le esigenze del mondo video; alcuni esempi sono le ghiere di messa a fuoco “corte” e imprecise e la posizione dei controlli non standardizzata. Per fortuna però nel corso degli anni è stata sviluppata tutta una serie di accessori in grado di sopperire, più o meno, a questi difetti; in questo articolo andremo a vedere come rendere un obiettivo fotografico utilizzabile per scopi filmici.

LA GHIERA DEL FOCUS

Forse il problema più pressante per chi utilizza obiettivi fotografici è la meccanica per gestire il fuoco. Per permettere una messa a fuoco veloce, molti obiettivi fotografici hanno una ghiera molto “corta” (che permette una rotazione breve) e per questo non precisa; ma soprattutto tali ghiere non sono fornite della tipica dentatura per il follow focus. Per fortuna questo è un problema facilmente risolvibile: tante aziende vendono anelli dentati come il Walimex Anello Follow Focus; il vantaggio di questi adattatori è quello di calzare a pennello praticamente qualsiasi obiettivo, ad un prezzo molto accessibile.

IL FOLLOW FOCUS

il follow focus è un accessorio indispensabile per transizioni di fuoco o cambi di diaframma fluidi; permette inoltre di gestire più comodamente e precisamente l’obiettivo grazie a tutta una serie di accorgimenti intelligenti. Follow focus come quello di DJI per Ronin permettono addirittura di controllare le ottiche da remoto, utili se appunto la fotocamera si trova su suporti come il DJI Ronin, quindi di difficile interazione (crane, carrelli, eccetera).

IL DIAMETRO DEI FILTRI

Anche risolvere il problema del diametro dei filtri spesso differente è semplice. Gli anelli adattatori che aumentano o diminuiscono il diametro della filettatura sono molti e facili da reperire (inoltre anche questi accessori hanno un costo irrisorio), un esempio è il kit di anelli Cokin da 77mm. Avere il diametro frontale della stessa dimensione non solo permette di utilizzare lo stesso tipo di filtri su più obiettivi, ma fa risparmiare un sacco di tempo nel caso fosse necessario sostituire il matte box.

IL GIUSTO OBIETTIVO

Come avete potuto vedere “cinematizzare” un obiettivo fotografico è un’operazione semplice ed economica, ma questo non risolve completamente tutti i problemi che un semplice obiettivo fotografico si porta dietro; per esempio, gli obiettivi Canon non offrono una ghiera per la gestione del diaframma. Pre risolvere questo tipo di seccature è bene occuparsene alla radice, ovvero scegliere il giusto obiettivo. Quindi è bene preferire un obiettivo che permetta di controllare sia la messa a fuoco che il diaframma, o obiettivi con una ghiera del focus più lunga, come lo Zeiss Milvus 85mm f/1.4.

Questi erano solo alcuni consigli, sono sicuro che ne abbiate tanti altri, condivideteli pure! Se invece avete domande fatele pure con un commento.