Dji Osmo Action vs Osmo Pocket, quale devi comprare

80
0

Pensare alle due videocamere come a due prodotti simili fra loro on è del tutto sbagliato, ma non è comunque giusto. Le due videocamere sono molto differenti e lo dimostrano attraverso il target a cui mirano: DJI Osmo Action è una action cam pura, dedicata a chi vive di sport estremi; DJI Osmo Pocket è invece un prodotto pensato per chi opera in tutte le situazioni e a chi lavora da solo, quindi è principalmente uno strumento potente per chi filma vlog.

LE PRINCIPALI DIFFERENZE

In questa comparazione non entrerò troppo nello specifico perché le videocamere condividono molte cose, quindi mi limiterò a dare uno sguardo d’insieme, andando ad evidenziare le caratteristiche più importanti, quelle che fanno la differenza nell’utilizzo.

STABILIZZAZIONE

Partiamo da quella che sicuramente differenzia maggiormente i due dispositivi: lo stabilizzatore. La Osmo Action non è provvista di un sistema fisico per attutire le vibrazioni e si affida agli algoritmi del RockSteady, sistema digitale efficacissimo ma che va comunque ad intaccare la qualità del video

ACTIVETRACK

Lo stabilizzatore della Pocket porta con sè un’altra caratteristica importantissima, dedicata agli amanti del vlog: la modalità ActiveTrack. Grazie al gimbal che sostiene la videocamera, entrando in questa modalità, potremo muoverci liberamente senza doverci preoccupare di uscire dall’inquadratura perché sarà Osmo Pocket a seguire i nostri movimenti per mantenerci all’interno dell’inquadratura.

Pocket-ActiveTrack

FOTOCAMERA

Basandosi esclusivamente sulle specifiche potremo pensare che le videocamere condividano il sensore, infatti montano un sensore da 1/2.3″ con 12 megapixel di risoluzione e una gamma ISO che va da 100 fino a 3200. Però alcune differenze ci sono, e sono piuttosto importanti.

MODALITÀ DI SCATTO

DJI Osmo Pocket in questo ambito torna a far valere il suo gimbal a 3 assi introducendo Motionlapse, la modalità per creare timelapse in movimento (funzione impossibile su Action, che comunque supporta timelapse tradizionali). Quando invece si parla di lunghe esposizioni la DJI Osmo Action ha una marcia in più perché permette di impostare ben 120 secondi di posa (contro gli 8 secondi della Osmo Pocket).

VIDEO

Anche se entrambe le videocamere sono in grado di filmare video 4K a 60 fps la Osmo Action lo può fare in HDR, ampliando così la gamma dinamica delle immagini (questo vuol dire che non sarà un problema gestire i controluce). Osmo action però non si limita a questo, va ben oltre aggiungendo lo slow motion 8x ottenibile filmando a 1080p 240fps; prestazione nettamente superiore a quella della Pocket che permette comunque di filmare in slowmotion 4x

FUNZIONI VARIE

Entrambe le fotocamere possono essere gestite da smartphone grazie all’app DJI Mimo e questo le rende molto simili (condivisione dei contenuti direttamente sui social, gestione dei parametri, piccolo editor video). Inoltre entrambe le videocamere possono essere gestite tramite comandi vocali.

QUALE SCEGLIERE

La scelta non dovrebbe essere tanto ardua, basata ridurla ai minimi termini. La DJI Osmo Action è un concentrato di tecnologia protetta da un telaio impermeabile, montato su un impugnatura potrebbe funzionare da “vlogging camera” ma non sarebbe la videocamera adatta visto l’angolo di campo di 145°; DJI Osmo Pocket invece è l’esatto contrario, dedicata a chi piace filmare in viaggio, a chi lavora da solo e a chi vuole uno stabilizzatore in formato tascabile, potrebbe anche essere utilizzata come action cam vista la compatibilità con i supporti GoPro ma non è fatta per questo visto che è più delicata, e non impermeabile nativamente.

Spero che l’articolo ti sia stato utile, se comunque hai qualche domanda da fare sull’argomento scrivi pure un commento qui sotto!