DJI Phantom – Differenze fra i Modelli

2253
0
CONDIVIDI

I droni sono senza dubbio una delle tecnologie più in voga negli ultimi tempi, sono strumenti relativamente facili da utilizzare che però permettono di dare quel qualcosa in più ai nostri filmati, con le riprese aeree e la loro qualità, o di divertirsi semplicemente. DJI con i propri Phantom si è imposta sul mercato consumer e professionale diventando in poco tempo l’azienda leader del settore e complice della rapida ascesa di questi dispositivi. I modelli che l’azienda produce e vende sono molti e ciascuno si propone ad un certo target di consumatori. In questo articolo cercherò di descrivere le caratteristiche di ogni modello in modo da aiutarvi nella scelta del vostro drone.

CARATTERISTICHE COMUNI

Tutti i Phantom hanno in comune alcune funzioni e caratteristiche. Sono tutti dotati di antenna GPS che registra e cominuca la propria posizione al telecomando in modo che le varie modalità di volo possano sfruttare tale informazione per pilotare il drone nell’ambiente. Tali modalità sono selezionabili sia dal controller remoto che da smartphone o tablet se si utilizza l’applicazione DJI GO. L’applicazione offre molte funzioni utili: permette di avere una live view HD in tempo reale; permette di fare uno streaming di ciò che stiamo registrando direttamente su Youtube; permette anche di scaricare i filmati sullo smartphone ed editarli velocemente; e infine funziona anche da galleria dove poter visualizzare e condividere i propri file. Altra feature comune a tutti i DJI Phantom è la batteria intelligente che trasmette in tempo reale all’applicazione quanta energia gli rimane e avverte, basandosi sulla distanza dal controller, quando sarebbe meglio far tornare indietro il drone.

NEOFITA: PHANTOM 3 STANDARD

Per chi è nuovo al mondo dei droni e non vuole spendere una fortuna il DJI Phantom 3 Standard è la soluzione perfetta: abbastanza economico ma completo dei comandi basilari per gestirlo in piena sicurezza e pilotarlo con facilità.
DJI Phantom 3 StandardLa videocamera di cui è dotato ha un sensore da 12MP in grado di registrare filmati fino a 2.7K e scattare fotografie sia in JPEG che in RAW DNG. Il controller remoto è molto semplice, simile a quello del DJI Ronin M, garantisce i comandi basilari per pilotare il drone e fino a 1km di distanza. Quindi questa versione è concepita per muovere i primi passi e prendere confidenza con il mondo dei droni, non potersi allontanare oltre il kilometro potrebbe risultare un impedimento se utilizzato per scopi professionali (documentari, cortometraggi, spot…).

SEMI-PROFESSIONISTA: PHANTOM 3 ADVANCED

Per chi invece ha già un po’ di esperienza e vuole un apparecchio più avanzato l’azienda propone il DJI Phantom 3 Advanced: controlli a bordo e remoti più sofisticati rispetto a quelli del fratello Standard.
DJI Phantom 3 Advanced

La videocamera di questo modello è la stessa della versione Standard, quindi in grado di filmare ad una risoluzione di 2.7K e scattare foto a 12MP. Però a fare la differenza, come anticipato sopra, sono i controlli e le funzioni che integra: grazie all’aiuto del GLONASS è in grado di mantenere con più precisione la sua posizione, anche mentre fluttua in posizione; il sistema di sensori invece è in grado di evitare la collisione con oggetti; e infine salva ogni dettaglio del volo effettuato, dalla rotta alle foto e i video fatti, per creare un file di log (utile magari in caso dovessimo confrontarci con il supporto DJI). Il controller remoto di questo modello offre comandi più completi e grazie al DJI Lightbridge Video Downlink permette di mantenere la live view in HD di ciò che stiamo riprendendo fino a 5km di distanza.

PROFESSIONISTA: PHANTOM 3 PROFESSIONAL E PHANTOM 4

Il DJI Phantom 3 Professional è il top di gamma della sua generazione, il drone in sé è praticamente il modello advanced, l’unica differenza è la videocamera in grado di filmare in 4K. Anche il controller è il solito del modello Advanced.
DJI Phantom 3 ProfessionalPer sostituire il Phantom 3 Professional e tutta la sua generazione, l’azienda ha lanciato il nuovo DJI Phantom 4. Design e funzioni rinnovate, curve più morbide e ancor più tecnologia.
DJI Phantom 4Il phantom 4 oltre ad integrare le funzioni della precedente generazione offre molte più modalità di volo e un’integrazione maggiore dell’applicazione DJI GO. Inoltre la videocamera oltre a poter registrare in 4K o in Full Hd è in grado di filmare a 120fps per creare clip in slow motion. Funzione molto utile per spot pubblicitari, corti e documentari, ma anche per divertirsi semplicemente con il drone.

Spero che l’articolo vi sia stato utile, se avete domande fatele pure con un commento qui sotto!