DJI Rilascia Aggiornamento per Spark Migliorandone il Controllo

927
0

Il DJI Spark è il drone dell’anno, la fama ottenuta in poco tempo è riuscita ad oscurare la mancanza di alcune features e caratteristiche fondamentali. Particolari che magari al grande pubblico non interessano o non servono, ma che gli utenti più avanzati ritengono indispensabili. Comunque sia, adesso nessuno sipotrà più lamentare: DJI ha rilasciato un aggiornamento per risolvere tutti i problemi dello Spark.

Qui di seguito potete leggere il change log rilasciato dall’azienda, tradotto in italiano:

  • Risoluzione delle foto aumentata al 4K nelle modalità Gesture ed ActiveTrack.
  • Aggiunta una nuova gesture per la registrazione video (alzare di 45°, diagonalmente, un braccio).
  • Aggiunta un’opzione per calibrare la sensibilità del gimbal sull’asse di tilt.
  • Aggiunta una modalità di scatto panoramico a 180°.
  • Il velivolo calerà ad una quota di 1,5m mentre vola sotto i 4,5m oppure calerà di 3m mentre vola sopra i 4,5m se non rileva nessun soggetto, per più di un minuto, in modalità Gesture.
  • Migliorato generalmente il riconoscimento delle gesture e ridotta la probabilità di riconoscere erroneamente la gesture selfie. La gesture onda adesso è disabilitata di default mentre si vola in interni o quando il segnale GPS è troppo debole per garantire un volo sicuro. La gesture onda può comunque essere riattivata in entrambe le situazioni aggiustando le impostazioni nell’app DJI GO 4.
  • Risolto il problema delle foto non salvate e del suono (dell’otturatore) non udibile durante lo scatto di foto nella modalità Gesture.
  • Il velivolo uscirà dalla modalità QuickShot automaticamente quando una levetta di controllo è tirata nella direzione opposta a quella di volo. Le distanze di volo per la modalità QuickShot adesso possono essere impostate nell’app DJI GO 4, con distanze di volo massime più grandi quando viene utilizzato il controller remoto per gestire il drone. Inoltre, le direzioni di volo. Inoltre, anche le direzioni di volo per le modalità Helix e Circle possono essere aggiustate sull’applicazione.
  • Risolto il problema del drone che non raggiunge una quota abbastanza alta nella modalità Dronie QuickShot mentre la modalità Rocket è stata ottimizzata.
  • Ottimizzata anche la modalità FPV gimbal in modalità Sport per impedire al gimbal di raggiungere il suo punto di fine corsa (endpoint).
  • Risolto il problema del controller remoto che occasionalmente si disconnette dal velivolo.
  • Risolto il raro problema del controller che non può essere spento.
  • Migliorate le reattività del drone e del radiocomando.
  • Ottimizzata la stima del livello della batteria.

Insomma, adesso lo Spark mette a disposizione tutto il necessario per un drone del suo genere. Se non avete ancora non lo avete acquistato sappiate che, come per il Mavic Pro, è diposnibile anche la versione DJI Spark Fly More Combo e le varianti colorate!