FujiFilm XF 27mm f/2.8 – Ottimo Pancake per Fotografia di Strada

3175
1

Il FujiFilm XF 27mm f/2.8 è uno degli obiettivi più piccoli della linea XF, ma non per questo uno dei meno pregiati. Questo pancake ha tutte le carte in regola per concorrere con i fratelli maggiori come il FujiFilm 16mm f/1.4 senza però appesantire la fotocamera. Un requisito essenziale per la fotografia di viaggio o per la fotografia di strada è proprio questo, essere piccolo e leggero, cosa che al 27mm riesce benissimo. Ma non perdiamo tempo, andiamo a vedere insieme come si comporta questo obiettivo!

COSTRUZIONE

Il 27mm è un obiettivo molto semplice da questo punto di vista: le dimensioni non sono in grado di offrire molti controlli e infatti abbiamo solamente una ghiera elettronica, molto fluida, per il focus manuale che però non è perenne (dobbiamo selezionare la modalità manuale dalla fotocamera, cosa che rallenta la composizione).
Generale Fuji 27mmAnche se le dimensioni non sono generose la qualità della costruzione non viene tralasciata, infatti non è niente male: il barilotto è composto da metallo e plastica, questa viene impiegata per la ghiera e la parte frontale mentre la baionetta e il barilotto sono in metallo.
Baionetta Fuji 27mmUlteriore rinuncia in nome delle dimensioni è l’assenza dello stabilizzatore ottico, inoltre non è un obiettivo tropicalizzato come i fratelli maggiori. Ultimo dettaglio degno di nota è la dimensione dei filtri compatibili: la filettatura ospita filtri molto piccoli, il diametro deve essere di 39mm, ma dà la possibilità di montare anche filtri polarizzatori.
Filtri Fuji 27mm

PRESTAZIONI

Le prestazioni, in generale, sono eccezionali, partiamo con la distorsione: 27mm è una lunghezza focale grandangolare e una lieve distorsione a barilotto è comprensibile, comunque la deformazione che l’obiettivo dà alle immagini è quasi impercettibile. Almeno che non facciamo test precisi, nell’uso di tutti i giorni non ce ne accorgeremo nemmeno.
Distorsione FujiFilm 27mmLa parola vignettatura non rientra nel vocabolario di questa lente: indipendentemente dall’apertura selezionata non ne avremo la minima traccia, nemmeno alla massima apertura di f/2.8. È probabile che la fotocamera coregga automaticamente questo disturbo (per testare il 27mm ho utilizzato una FujiFilm X-T10).

La nitidezza è ottima ma presenta qualche imperfezione: l’obiettivo è nitidissimo a tutte le aperture però a quella massima mostra un leggero ammorbidimento degli angoli che eliminiamo se chiudiamo di qualche stop; per avere delle immagini omogeneamente nitide dobbiamo chiudere il diaframma fino a f/5.6.

La gestione delle aberrazioni cromatiche invece è perfetta, non ne abbiamo la minima traccia nemmeno all’apertura massima, come potete vedere nelle zone ad alto contrasto (dove solitamente abita questo disturbo) i contorni non mostrano segni di aberrazioni.

Anche i flares sono tenuti sotto controllo molto bene: non ne abbiamo nessuna traccia, ciò che vediamo nelle foto di test è solamente la luce a stella dovuta alla posizione del sole (semi nascosto dal tetto dell’edificio).

Infine passiamo al Bokeh: il tipo di obiettivo che questo 27mm è non ne prevede un largo uso, ciò nonostante, avvicinandosi il più possibile al soggetto, i risultati che otteniamo sono molto buoni. La parte sfocata e quella nitida creano un bel contasto e inoltre le highlights nello sfondo presentano contorni sfumati (se non sono molto intense) e privi di aberrazioni cromatiche.

CONCLUSIONI SUL 27MM

Quindi che dire, è uno dei pochi obiettivi che Fuji ha creato su misura delle proprie fotocamere: molte lenti della serie XF sono enormi, quasi più grandi della fotocamera, e di conseguenza ingombranti. Con questo pancake potremo riporre la nostra mirrorless nello zaino, o nella borsa, senza preoccuparci dello spazio che occupa. Ma non è solo un fatto di dimensioni, la lunghezza focale di 27mm (equivalente a 41mm, con lo stesso angolo di campo dell’occhio umano) lo rende divertentissimo da utilizzare, trova impiego in molti stili ma quello che gli calza a pennello, secondo me, è la street photography.

Insomma una lente che consiglio vivamente a chi è in possesso di una mirrorless della linea X e soprattutto a chi è interessato a sperimentare e diversificare il proprio modo di fotografare.

Spero che l’articolo vi sia stato utile ma se avete domande fatele pure con un commento qui sotto!