Quale fotocamera comprare per iniziare, guida alle macchine entry-level

650
0

La prima fotocamera, quanti ricordi; ogni fotografo l’avrà sempre con sé, in senso figurato e non. La mia per esempio era una Minolta compatta 35mm che tengo ancora oggi esposta sul ripiano della libreria, comunque pronta per essere utilizzata. Ma quale dovrebbe essere la tua? Oggi giorno l’offerta è così ampia che perdersi fra dati e specifiche tecniche è molto facile. Ecco allora una guida all’acquista della prima fotocamera entry-level che riassume le principali soluzioni attualmente disponibili.

Non mi spingerò troppo oltre con le nozioni tecniche, per loro ho già scritto un articolo dove illustro le differenze, i vantaggi e gli svantaggi di ogni tipologia, scopri Qual è la miglior fotocamera per iniziare.

FOTOCAMERE BRIDGE

La domanda, e le relative versioni, che spesso sentiamo fare in negozio è la seguente “quale fotocamera posso acquistare per sostituire il mio smartphone?” La risposta contiene così tanti modelli che sarebbe quasi inutile darla, ma una tipologia di fotocamere in particolare si presta molto bene a far muovere i primi passi nel mondo della fotografia: le fotocamere bridge. Queste fotocamere sono un misto fra le caratteristiche di una reflex e le dimensioni ridotte di una compatta; spesso infatti montano un obiettivo zoom piuttosto potente, ma non sostituibile, e un sensore nettamente più grande rispetto a quello degli smartphone.

Tra i modelli più attualmente più interessanti troviamo la Nikon Coolpix P1000 dedicata a chi piace la fotografia astronomica; Per chi è ancora nella fase di sperimentazione, un buon investimento potrebbero essere la Canon PowerShot G9X Mark II o la Panasonic Lumix FZ300, quest’ultima addirittura in grado di filmare video in 4K.

La caratteristica principale di queste fotocamere, offrire tutto il necessario in un unico corpo compatto, è ovviamente anche il punto di forza che le rende ottime per chi vuole iniziare a prendere confidenza con la fotografia.

FOTOCAMERE COMPATTE

Le fotocamere compatte, concettualmente simili alle bridge, di pongono come obiettivo quello di offrire tutto lo stretto necessario in un formato ridottissimo, addirittura tascabile nel caso della spettacolare Sony RX100 VII (modello però non proprio entry-level). Perché sceglierle al posto delle bridge? Proprio per le loro dimensioni, che però spesso impongono di rinunciare a qualcosa, come sensori più grandi o porzioni di zoom.

Anche in questo caso la Panasonic Lumix TZ100 si dimostra un’ottima alternativa ai modelli più costosi, mettendo a disposizione uno zoom ottico 30x di tutto rispetto, video 4K e un sensore da 1″!

FOTOCAMERE REFLEX

Le fotocamere reflex (o DSLR in inglese) fino a pochissimo tempo fa erano ritenute le fotocamere di maggior pregio, forti dei un sistema di obiettivi intercambiabili, corpi macchina più grandi dove poter inserire sensori e processori più potenti e controlli più completi. Anche se le cose sono cambiate con l’ascesa delle mirrorless, tipologia che vedremo tra pochissimo, le reflex rimangono comunque un’ottima soluzione per fare scuola (e avanzare).

I modelli prettamente entry-level sono due, Nikon D3500 + 18-55mm e Canon Eos 2000D. Entrambi validi e in grado di accompagnarti nel lungo viaggio che stai per intraprendere, personalmente però ti consiglio la Nikon che in questa fascia offre funzioni e prestazioni lievemente migliori.

FOTOCAMERE MIRRORLESS

Come si può intuire dal nome le fotocamere mirrorless, senza-specchio, potrebbero essere considerate come l’esatto contrario delle reflex (che sfruttano proprio uno specchio per far vedere al fotografo cosa sta inquadrando). Grazie a questa assenza possono mantenere dimensioni e pesi nettamente inferiori, senza però dover rinunciare alle prestazioni, anzi! Attualmente questa è la tipologia di fotocamere più apprezzata.

Come modelli entry-level torna nuovamente Panasonic con le proprie fotocamere Micro 4/3 come la Panasonic Lumix GX80 + 12-32mm o la più recente Panasonic Lumix G7, dotata di schermo direzionabile e registrazione video 4K (con input per microfoni esterni!).

Ma questa volta anche Canon con la sua Canon Eos M50 ha tirato fuori un’ottima fotocamera da viaggio in grado di filmare in 4K e ospitare microfoni esterni; in più la Fujifilm X-T100 + 15-45mm è un’altra validissima alternativa, forte dell’esperienza maturata da fuji in questo campo.

Infine una delle mie fotocamere preferite: la minuscola Olympus O-MD E-M10 III. Fotocamera che sarà sicuramente in grado di dare tante soddisfazioni, piccola ma potentissima racchiude tutto il necessario e qualcosa in più.

CONCLUSIONI

Con questa guida spero di esserti stato d’aiuto, alla fine di tutto la miglior fotocamera per te è quella che ti seti di poter acquistare; da lì c’è sempre tempo per migliorare. Se comunque dovessi avere ancora qualche dubbio non esitare a commentare qui sotto chiedendo qualunque cosa non sia chiara.