Recensione del Nikon 105mm f/1.4 Ritratti senza Paragoni

1397
0

Il Nikon AF-S 105mm f/1.4 E ED è il nuovo obiettivo che amplia la gamma di ottiche per ritratti dell’azienda. Le qualità ottiche eccezionali gli hanno garantito un’accoglienza più che calorosa, tanti i professionisti e non (me compreso) che si sono innamorati al primo test. Ma non perdiamo ulteriore tempo, continuate a leggere l’articolo per scoprire il perché di tutti questi elogi.

COSTRUZIONE

Le dimensioni del 105mm si fanno sentire, infatti è uno degli obiettivi più pesanti e grandi sul mercato, ovviemante della sua categoria. Le dimensioni però, specialmente quelle della lente frontale, rendono quest’ottica un piacere per gli occhi già all’esterno: il diametro dei filtri di 82mm vi può far capire la vastità della lente.

Lateralmente invece, sul barilotto, abbiamo i controlli per gestirlo: l’unico switch presente è quello per selezionare la modalità di messa a fuoco (l’obiettivo infatti non è stabilizzato); accanto, la finestra delle distanza di messa a fuoco informa che quella minima è di 1m, cosa che impedisce al Nikkor di sfruttare i suoi 105mm in fotografia macro;

Sulla parte posteriore, intorno alla baionetta, è collocata la tipica guarnizione che serve alla lente per proteggere se stessa e l’interno del corpo macchina a cui viene collegata da polvere e umidità.

PRESTAZIONI

Quello che mi interessa mostrarvi dellìobiettivo sono ovviamente le prestazioni, se fino ad ora vi siete fatti un’idea negativa dell’obiettivo siate pronti a sbarazzarvene.

DISTORSIONE

L’obiettivo soffre di una leggera distorsione e cuscinetto, così leggera da non essere visibile almeno che non si inquadri soggetti che hanno una geometria complessa o che siano predisposti a risaltare questo disturbo (griglie, mura in mattoni).

Test Distorsione Nikon 105mm f/1.4

VIGNETTATURA

La vignettatura, come dico spesso, non è un distrubo da prendere in considerazione durante la scelta di un obiettivo, almeno che non sia così invedente da non poter essere corretta. Comunque, questo 105mm si comporta abbastanza bene, la vignettatura si presenta solo alla piaena apertura e in maniera lieve, mantenendo semplicissimo il processo di correzione.

NITIDEZZA

Ovvero la prestazione migliore dell’obiettivo. Questo Nikkor rasenta la perfezione da questo punto di vista: che sia a f/1.4 o a f/8 restituisce sempre e comunque immagini perfettamente nitide su tutta la superficie. Quindi che vogliate fare un bel ritratto con il soggetto in un terzo dell’immagine, o che stiate fotografando un bel paesaggio non ha importanza, il risultato sarà sempre e comunque perfetto!

Ovviamente diminuendo l’apertura del diaframma le cose migliorano. È importante far attenzione a dove mettiamo a fuoco, soprattutto alla piena apertura, perché la profondità di campo man mano che ci avviciniamo a f/1.4 diventa molto sottile.

ABERRAZIONI

Testando la lente senza l’ausilio della funzione che corregge automaticamente questo disturbo ho potuto notare un accenno di aberrazioni nelle zone ad alto contrasto luminoso, alla piena apertura. Prestazione normalissima, niente di particolare, ma basta attivare la correzione automatica sulla reflex per non doverci più preoccupare di questo disturbo, saltando così quei pochi passi che occorrono per correggerlo manualmente in Lightroom.

FLARES

Le fonti di luce intense sono gestite molto bene, compreso il sole. I flares che l’obiettivo si lascia scappare sono veramente lievi, inoltre per apprezzarli è necessario mettere alla prova l’obiettivo, come seminascondere il sole dietro al soggetto o posizionarlo nell’angolo dell’inquadratura. Anche il ghosting (o effetto fantasma) rimane molto anonimo, infatti scattando in controluce non abbiamo alcun calo di contrasto.

BOKEH

Con una qualità ottica del genere potremmo aspettarci un bokeh cossidétto “duro”, vista inoltre la particolare nitidezza che caratterizza anche la massima apertura. Invece il bokeh che il 105mm restituisce è abbastanza morbido.

CONCLUSIONI SUL NIKON 105MM F/1.4

Il Nikon AF-S 105mm f/1.4 E ED è indubbiamente un obiettivo eccezionale, in tutti i sensi, dalla stazza alla qualità ottica. È un’ottica professionale che è in grado di regalare molte soddisfazioni e quindi molti scatti che valgono la paga. Come abbiamo già detto questo 105mm è un’ottica pensata per fotografia ritrattistica, un campo in cui si destreggia meravigliosamente, permettendo di immortalare soggetti nitidissimi in contrasto con uno sfondo morbido. Non fatevi ingannare dalla lunghezza focale: questo Nikkor non è progettato per fotografia macro, lo si capisce dalla minima distanza di messa a fuoco di ben 1m, distanza che non ci permette di avere un rapporto di ingrandimento pari a 1:1.

L’unica mancanza che ha è lo stabilizzatore, accessorio che si fa sentire quando le condizioni di luce non sono del tutto ottimali. Questa assenza però non è così influente, con l’apertura massima di f/1.4 (e con gli ISO) è possibile compensare l’esposizione per mantenere sufficientemente brevi i tempi di posa.