Recensione sul campo della nuova OM System OM-1

1081
0

Oggi vi porto con me per scoprire la nuova Olympus Om-1, il nuovo modello uscito da pochi mesi.

Ho deciso di fare il test nella natura perchè secondo me questa macchina è la macchina adatta per chi fa fotografia naturalistica, per i fotografi avventurieri.

Perché è tutta tropicalizzata ma non per modo di dire, veramente! Infatti ha la certificazione IP53 sia la macchina che la lente. Quindi oggi il mio primo Shooting in assoluto con una micro 4/3 è con Olympus.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto

L’ho presa solo ieri e posso garantirvi che ho fatto un primo studio iniziale e già mi trovo a casa. Ho già imparato tutto il menu, ghiere e tasti. Ci sono delle funzionalità veramente interessanti e quindi in questa recensione andremo a vederle insieme per valutare se questa può essere la macchina che fa al caso vostro, sì oppure no!

Aspetto Esteriore

Dall’aspetto esteriore veramente piccola e leggera, è una micro 4/3 quindi un sensore parecchio piccolo. Per le ottiche dobbiamo dunque applicare il fattore di moltiplicazione x2 quindi io ho un 20 mm f 1.4 ma in realtà ho un 40 mm.

A livello costruttivo è tutta tropicalizzata e troviamo il Monitor che è completamente orientabile infatti abbiamo anche delle prestazioni video parecchio interessanti. Troviamo tutti gli ingressi necessari per microfono, cuffie, hdmi, usb-c.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto

Usb-c molto interessante perché possiamo anche caricarla sia quando è spenta ma anche mentre stiamo lavorando.

Nel lato opposto troviamo troviamo un ingresso per il telecomando così da poter scattare da remoto. Sono disponibili 2 slot per le memory card, le classiche sd.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto

Mirino elettronico, slitta per il flash, ghiere varie, tasto di scatto, tasto per la ripresa video, Rec, compensazione dell’esposizione, accensione e spegnimento.

Da questo tasto possiamo regolare altri parametri come ad esempio il tipo di scatto se singolo continuo, auto scatto, flash.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto

Mentre qua c’è la modalità della messa a fuoco quindi il back button focus con accanto un joystick per andare a regolare varie impostazioni come ad esempio il punto di messa a fuoco.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto

Il display è Touch quindi andando a premere sopra possiamo cambiare i vari parametri. Menu veramente semplice e intuitivo che possiamo scorrerlo dalle ghiere anteriore e posteriore per cambiare le varie pagine dei menu.

Sensore

Il sensore ha 20 megapixel ma possiamo arrivare a scattare anche a 50 e a 80 megapixel. E’ disponibile un’impostazione parecchio interessante e ve la voglio mostrare subito.

Andando su scatto ad alta risoluzione nella pagina 2 del menù delle foto, mettiamo acceso.

Acceso si divide in due impostazioni: mano libera, dove possiamo arrivare a poter scattare a 50 megapixel e possiamo scegliere jpeg oppure jpeg più raw; sul cavalletto si ha la possibilità di arrivare fino a 80 megapixel.

Non vedrei quindi come un limite il fatto che il sensore arriva a 20 megapixel perché grazie a questa funzione possiamo arrivare fino a 80 megapixel e quindi andare a fare dei file veramente enormi.

Dopo aver fatto uno scatto abbiamo visto che la macchina in fondo a destra si salva i megapixel con cui è stata fatta la foto.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto

ND live

Altra funzione interessante è quella della ripresa ND live. La macchina ci consente di scattare a mano libera grazie alla stabilizzazione del sensore e possiamo anche andare a fare delle lunghe esposizioni a mano libera grazie ai filtri ND integrati.

Sempre nella pagina 2 del menù trovate “riprese ND live”. Mettete su “acceso” e possiamo scegliere da ND 2 fino ND 64. Possiamo vedere già in anteprima come verrà la nostra lunga esposizione quindi vado a mettergli ad esempio un secondo di tempo e io già da qui posso vedere come verrà il mio scatto a livello di scia della cascata a livello di effetto seta.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto nd live

Ed ecco la foto, scatto nitido grazie alla stabilizzazione che mi va a compensare i micromovimenti e mi fa l’effetto seta a mano libera.

Stacking

Proseguendo nel nostro menù troviamo Stacking messa a fuoco. Quando ho fatto il test sul campo non mi ha dato la possibilità di supportarlo però ad esempio nella fotografia macro, quando vogliamo avere una profondità di campo più estesa, allora possiamo attivare questa opzione e ci farà vari scatti permettendoci di avere una profondità di campo più estesa e non avere lo sfocato.

HDR

Ci consente di fare varie immagini che poi vengono pulite tra loro direttamente in macchina, se vogliamo scattare in situazioni di alto contrasto quindi magari abbiamo paura di perderci nei dettagli, nelle ombre oppure nelle alte luci e abbiamo la possibilità di avere più impostazioni.

Autofocus

Per quanto riguarda l’autofocus abbiamo varie impostazioni interessanti con l’intelligenza artificiale come ad esempio l’individuazione del volto e degli occhi in più volto e occhio sinistro oppure volto e occhio destro. Se abbiamo delle preferenze nel ritratto possiamo già impostarle prima.

Rilevamento del volto

Andando nel menu dell’autofocus troviamo altre impostazioni oltre al rilevamento del volto e degli occhi e cioè auto e motocicli, aerei ed elicotteri, cani e gatti, uccelli e treni. Questo è veramente interessante per chi appunto fa fotografia naturalistica oppure fotografia sportiva, pura fotografia urbana ma comunque di soggetti in movimento. Grazie all’intelligenza artificiale questa macchina ci da una grossa mano per riuscire a congelare il nostro soggetto.

Scatto a raffica

A proposito di congelare i soggetti possiamo arrivare fino a 120 fps, questo è veramente interessante se vogliamo congelare ad esempio il battito di ali di un uccello mi viene in mente.

Prestazioni video

Andiamo a vedere la parte video infatti questa macchina ha delle prestazioni parecchio interessanti. Gira internamente fino a 4k 60 fps 10 bit in log quindi veramente utile per chi vuole fare un lavoro abbastanza professionale. Il sensore è stabilizzato su cinque assi e in più ha anche una stabilizzazione digitale.

Super apprezzato il monitor che possiamo fleepparlo ad esempio se volessi anche fare un v-log potrei v-loggare senza grossi problemi perché la macchina è veramente leggera quindi non ci stanca il braccio. Nel video presente su YouTube potrete vedere i test video fatti durante questa esterna.

Lunga esposizione

Facendo un cambio di Location luogo mare, voglio fare qualche lunga esposizione sfruttando sempre l’impostazione del filtro ND integrato impostando il valore con ND 64 e vado a fare uno scatto di 5 secondi per fare effetto seta stavolta con il mare.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto lunga esposizione

Ritratti ambientati

Ora facciamo un po’ di ritratti al mare che siamo più aperti e riusciamo a muoverci meglio. Quindi scatti di ritratto con l’obiettivo 20 f 1.4 e quindi un’ottima apertura di diaframma per fare dei bei ritratti con un bel Bokeh. Vediamo se effettivamente riusciamo a staccare bene il soggetto dallo sfondo con questo sensore micro quattro terzi.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto ritratti ambientali

Voglio testare di nuovo la funzione hdr andando a mettere l’opzione di alto contrasto per vedere un po’ se riesco a tirare fuori dettagli sia della spiaggia che del cielo che c’è questo tramonto quasi blue hour.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto ritratti ambientali

Live Composite

Abbiamo aspettato che calasse un po’ il sole ora c’è la blue hour di notte e voglio proprio vedere un’altra impostazione veramente interessante di questa macchina e cioè il live composite.

Quindi andiamo alla pagina 2 del menù della macchina fotografica, impostazioni bulb/time/comp attiviamo posa b e da qui possiamo regolare tutte le impostazioni del live composite. Tramite la ghiera accanto alla slitta del flash andiamo a mettere su posa b.

In questo modo vedremo in anteprima, mentre stiamo scattando, le scie luminose durante la fotografia notturna con le lunghe esposizioni.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto live compositive

Alti ISO

Dato che ora è diventato buio, vediamo come si comporta questa macchina con gli alti iso quindi con scarsa luminosità dato che la paura di molti è che con il micro quattro terzi si ha un rumore parecchio accentuato con gli alti iso.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto alti iso

Facciamo un ultimo test del live compositive sulla strada lungomare con la lunga esposizione per fare una bella scia luminosa con le macchine.

Olympus OM System OM-1 Polyphoto live compositive

Il test finisce qua e vi ricordo come sempre di iscrivervi al nostro canale YouTube per non perdervi le nostre ultime novità. Potrete acquistare la nuova OM System OM-1 direttamente sul nostro sito.

Articolo precedenteIsole Svalbard: Fotografiamo l’orso polare con il 100-400mm G Master!
Articolo successivoOllo Store e PNY insieme per gli RTX DAYS!
Sono Walter Quiet: fotografo fiorentino di 27 anni, sono il punto di riferimento per la fotografia in Ollo Store. Condivido consigli, tecniche e tutorial per chi ama la fotografia in modo non convenzionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!