Come Scegliere il Giusto Obiettivo per la Propria Fotocamera

2775
0

La fotografia è una forma d’arte e come tale richiede una certa attenzione nella scelta degli strumenti. Fotocamera e obiettivo sono per il fotografo gli utensili primari, come martello e scalpello lo sono per lo scultore. Sapere come combinare i due dispositivi è essenziale per raggiungere i risultati che vogliamo ottenere: gli aspetti da tenere in considerazione sono molti ma il più importante, specialmente per chi non conosce molto bene questo mondo, è la compatibilità. Il mercato fotografico offre una vastissima scelta e fare confusione fra i vari sistemi non è difficile, anche le stesse aziende contribuiscono ad aumentare questa confusione tramite il metodo con cui nominano i propri prodotti. In questa guida cercherò di spiegare le varie differenze che corrono fra i vari sistemi, e di far luce su eventuali dubbi riguardanti i vari attacchi.

I SISTEMI PIÙ DIFFUSI

In cima alla classifica dei brand più conosciuti in ambito fotografico ci sono sicuramente Canon e Nikon. Storiche aziende del settore che occupano una grandissima fetta del mercato. Intorno a questi pilastri abbiamo altre marche, sia altrettanto storiche che più giovani (nel senso che si sono affacciate solo recentemente a questo mondo), ma comunque non meno importanti. Alcuni esempi di queste marche sono: Pentax, FujiFilm, Olympus, Leica, Sony, Panasonic.

Tecnicamente ci sarebbe anche Samsung ma girano voci che si stia ritirando dal settore.

Tranne il caso particolare di Olympus e Panasonic, che riprenderemo più avanti, tutti gli altri brand hanno degli attacchi proprietari e non compatibili l’uno con l’altro. Inoltre molte aziende producono più tipi di fotocamera e per ciascuno esiste almeno una linea di lenti apposita. Andiamo quindi a vedere quali metodi adottano le varie aziende.

CANON

Canon utilizza un criterio abbastanza semplice per distinguere le tre tipologie di lenti che produce, utilizza il nome dell’innesto (EF Mount, Electro Focus) a cui affianca una lettera che indica il tipo di fotocamere compatibili. Le categorie sono divise nel seguente modo:

Fotocamere reflex full frame, obiettivi EF:
Gli obiettivi dedicati alle reflex full frame (con sensore 35mm, come la EOS 5D) vengono identificati con il solo prefisso EF, sono le lenti di maggior pregio che l’azienda produce e possono essere montate su tutte le reflex (anche quelle APS-C). Un esempio è il Canon EF 50mm f/1.2 L USM.

Fotocamere reflex APS-C, obiettivi EF-S:
Per le reflex non professionali (quindi con sensore ridotto, come la EOS 700D) Canon indica le lenti compatibili con il nome EF-S (Short-backfocus). Queste possono essere montate solamente sulle fotocamere compatibili. Un esempio è il Canon EF-S 60mm f/2.8 Macro USM.

Fotocamere mirrorless, obiettivi EF-M:
La terza categoria di obiettivi è quella dedicata alle mirrrorless, ovvero le EOS M. Sono obiettivi di piccole dimensioni concepiti per non appesantire troppo la fotocamera e sono compatibili esclusivamente con le EOS M. Un esempio è il Canon EF-M 22mm f/2.0 STM.

Adattatore EF-EOS M:
Esiste comunque un anello adattatore creato da Canon stessa che permette di montare le lenti reflex sulle mirrorless, si chiama Adattatore Canon EF-EOS M e mantiene tutti gli automatismi che una lente può avere (autofocus, diaframma, stabilizzatore).

NIKON

Nikon non si occupa “personalmente” di sviluppare obiettivi, questa mansione la delega ad una sua divisione, la Nikkor. Per questo molte volte gli obiettivi Nikon vengono indicati come Nikkor. L’innesto che l’azienda utilizza si chiama F Mount ed è lo stesso per tutti gli obiettivi reflex, per differenziare le varie lenti viene utilizzato il formato del sensore, così:

Fotocamere reflex full frame, obiettivi FX:
Le ottiche FX sono ideate per i sensori full frame (o FX, come quello della Nikon D5). Questi obiettivi, un esempio è il Nikon Nikkor AF-S 35mm f/1.8 G ED, possono essere innestati sia sulle reflex full frame che sulle APS-C.

Fotocamere reflex APS-C, obiettivi DX:
Seguendo lo stesso concetto, gli obiettivi DX sono quelli progettati per le fotocamere APS-C (o DX, come la Nikon D7100). Anche questi obiettivi possono essere montati sia su full frame che su APS-C e sono obiettivi come il Nikon AF-S DX 12-24mm f/4.0 G IF-ED.

Fotocamere mirrorless, obiettivi Nikkor1:
L’innesto utilizzato dalle mirrorless dell’azienda, le Nikon1, si chiama FT1 Mount e gli obiettivi prendono il nome dalle fotocamere, infatti la linea di cui fanno parte ha il nome di Nikkor1. Questi obiettivi, come il Nikon 1 Nikkor 10mm f/2.8, sono compatibili con le sole Nikon1.

Adattatore F-FT1 Mount:
Anche Nikon permette di montare le ottiche F Mount sulle proprie mirrorless tramite l’Adattatore baionetta FT1 Mount. L’anello permette di mantenere tutti gli automatismi grazie ai contatti elettrici che incorpora.

Se sulla scatola (o nella scheda prodotto) di una lente non viene indicato il formato del sensore è implicito che sia per fotocamere FX.

FUJIFILM

Come Nikon, anche FujiFilm delega lo sviluppo delle lenti ad una sua divisione: la Fujinon. Non avendo altre fotocamere oltre le mirrorless ha un solo tipo di innesto: X Mount. La divisione avviene solamente fra lenti più pregiate, appartenenti alla linea XF, e lenti meno pregiate della linea XC. Nella prima troviamo lenti come il FujiFilm XF 35mm f/1.4 R Fujinon mentre nella seconda abbiamo obiettivi come il FujiFilm XC 16-50mm f/3.5-5.6 OIS II Fujinon.

Adattatore M Mount:
Oltre alle lenti Fujinon sulle fotocamere della serie X è possibile montare, grazie ad un adattatore creato appositamente dall’azienda, gli obiettivi con innesto M Mount (progettati per le Leica M) come il Zeiss Planar T* 50mm f/2.0 ZM. Questo adattatore è in grado di far comunicare corpo macchina e obiettivo grazie ai contatti di cui è fornito.

OLYMPUS E PANASONIC

Nel 2008 le due aziende hanno presentato uno standard, appositamente per mirrorless, denominato Micro Quattro Terzi e come tale permette alle varie lenti progettate per questo innesto di essere montate su qualsiasi corpo macchina che utilizzi il suddetto standard. Quindi sì, ogni lente progettata per Panasonic funziona perfettamente anche su Olympus e viceversa. Questo sistema però non è da confondere con lo standard Quattro Terzi, innesto differente creato da Kodak e Olympus per reflex e mirrorless nel 2002. Anche in questo standard, in quanto tale, gli obiettivi e le fotocamere sono compatibili fra loro ma per essere collegati con dispositivi Micro Quattro Terzi necessitano di adattatori.

Olympus:
Olympus al momento produce solamente un tipo di fotocamere ad ottiche intercambiabili: le mirrorless, che divide in Pen e OM-D. Hanno entrambe lo stesso innesto e infatti attingono dall’unico tipo di lente che l’azienda produce, gli M.Zuiko Digital: gamma divisa nelle tre linee Standard, Premium e Pro. La differenza sta solamente nella qualità delle ottiche e nelle prestazioni che sono in grado di restituire, un esempio di questi obiettivi è l’Olympus M.Zuiko Digital 25mm f/1.8.

Esistono anche gli obiettivi denominati Zuiko Digital dedicati alle reflex, tipo di fotocamera che però al momento Olympus non produce più.

Panasonic:
Panasonic, per il micro 4/3, utilizza uno dei sistemi più semplici di suddivisione dei prodotti: fotocamere e obiettivi condividono il nome, Lumix G. Fatto! Un esempio di obiettivo Panasonic è il Panasonic 30mm F/2.8 Lumix G Macro O.I.S. Dal 2018 l’azienda è entrata nel settore full frame con la Panasonic Lumix S1 che sfrutta l’innesto Leica L.

SONY

Sony è una delle aziende che coprono più categorie sul mercato, ha sia fotocamere reflex che mirrorless ed entrambe le tipologie comprendono sia esemplari full frame che APS-C. Gli innesti utilizzati dal brand sono due, uno per tipo di fotocamera; abbiamo l’E Mount per le mirrorless e l’A Mount per le reflex. La suddivisione avviene nel seguente modo:

Fotocamere reflex full frame e APS-C, innesto A Mount:
L’innesto utilizzato dalle reflex è unico, le ottiche full frame non vengono distinte da sigle o nomi particolari mentre quelle destinate al formato ridotto sono contraddistinte dalla sigla DT nel nome. Nella prima tipologia ci sono obiettivi come il Sony Vario-Sonnar T* 24-70mm F2.8 ZA SSM II mentre nella seconda come il Sony DT 16-50mm f/2.8 SSM.

Fotocamere mirrorless full frame e APS-C, innesto E Mount:
Lo stesso sistema è utilizzato per le mirrorless, l’innesto è unico ma sono i nomi degli obiettivi ad essere diversi. Quelli full frame si riconoscono grazie alla sigla FE mentre gli APS-C per la sola lettera E. Gli obiettivi full frame sono quelli come il Sony FE 28mm f/2.0 mentre quelli per formato ridotto sono come il Sony E 20mm f/2.8.

Nei nomi brevi degli obiettivi, per indicarne la categoria, sony utilizza due sigle: SAL per le ottiche reflex e SEL per quelle mirrorless.

PENTAX:

La Pentax produce sia reflex che mirrorless, le prime sono divise tra full frame e APS-C mentre le seconde, anche se non viene specificato hanno sensori di dimensioni leggermente diverse. La nomenclatura delle categorie potrebbe essere un po’ ingannevole quindi andiamo a vedere subito come funziona:

Fotocamere reflex full frame, APS-C e mirrorless, innesto K:
Nelle reflex le dimensioni del sensore sono indicate dalla presenza o meno della lettera “S” nel nome del prodotto, le fotocamere a pieno formato ne sono sprovviste mentre le altre no, un esempio è la Pentax K-S1. Invece le lenti vengono differenziate dalle sigle D-FA e DA. La prima viene usata per le ottiche full frame come il Pentax SMC D-FA 100mm f/2.8 WR Macro mentre la seconda per quelle APS-C come il Pentax SMC DA 50mm f/1.8. Le mirrorless con questo innesto, come la Pentax K-01, hanno un sensore APS-C e possono ospitare tutti gli obiettivi con innesto K.

Fotocamere mirrorless, innesto Q:
Infine abbiamo le mirrorless con innesto Q, seppur con un unico innesto universale esistono più tipi di sensore, in particolare alcune montano un sensore da 1/1,7″ come la Pentax Q7 e altre da 1/2,3″ come la Pentax Q10. Per le lenti quindi dobbiamo tenere conto della diversa dimensione del sensore nonostante ogni obiettivo sia montabile su qualsiasi mirrorless Q.

Pentax produce anche fotocamere e lenti per il medio formato, anche in questo caso non c’è molto da dire perché entrambi i prodotti fanno parte del Sistema 645.

Spero che questa guida abbia risolto qualche dubbio, se comunque avete domande fatele pure qui sotto.