SIGMA – Presentati due nuovi obiettivi della serie I

83
0

Espandendo la sua gamma di obiettivi a focale fissa eleganti, compatti e modesti, Sigma ha appena annunciato due nuovi obiettivi della serie I: 90mm f/2,8 DG DN e 24mm f/2 DG DN. Entrambi questi obiettivi sono disponibili per gli attacchi per obiettivi mirrorless L e Sony E. Oltre a portare alla presentazione di due nuovi obiettivi, Sigma vuole annunciate anche lo sviluppo della serie I in modo più chiaro. 

Seguendo il percorso “più lento e più elegante”, il nuovo 90mm f/2,8 DG DN Contemporary unisce il 45mm f/2.8 DG DN e il 24mm f/2 DG DN per creare un bel trio di obiettivi a focale fissa ultra-piccoli e ultra-portatili. Questo nuovo primo a lunghezza verticale è l’obiettivo della serie I più lungo fino ad oggi ed è caratterizzato da un’apertura massima di f/2,8, motore AF passo-passo STM e design ottico avanzato che utilizza elementi asferici e a bassa dispersione. È un complemento unico al 24 mm f/3,5 e 45 mm f/2,8 perché il suo fattore di forma è quasi identico, condividendo lo stesso diametro di 64 mm e le stesse dimensioni del filtro di 55 mm, ma la lunghezza focale più lunga lo rende perfetto per ritratti, soggetti a lungo raggio o altre situazioni in cui si desidera un po’ di separazione e compressione visiva. Inoltre, questo 90mm f/2.8 ha un rapporto di ingrandimento massimo di 1:5 e una distanza minima di messa a fuoco di soli 1,6′ per lavorare anche con soggetti ravvicinati.

Il 24mm f/2 DG DN Contemporary, che unisce gli obiettivi 35 mm f/2 DG DN e 65 mm f/2 DG DN per formare un portafoglio ristretto di sofisticati e pratici obiettivi a focale fissa f/2. Rispetto agli obiettivi della serie I “più lenti ed eleganti”, questi obiettivi f/2 rappresentano equilibrio e praticità. Secondo

Sigma, presentano le stesse prestazioni MTF degli obiettivi Art f/1.4 ma hanno un design molto più snello. Questo 24 mm f/2, in particolare, utilizza FLD, SLD ed elementi asferici per controllare una varietà di aberrazioni e distorsioni per un’elevata nitidezza e un rendering accurato da bordo a

bordo. Inoltre, questi obiettivi della serie f/2 I hanno anche un distinto interruttore AF/MF ad arco che è un po’ più accessibile al tatto rispetto all’interruttore più piccolo degli obiettivi più lenti.

Il 24mm f/2 DG DN è un obiettivo marcato per il suo design compatto e per la sua apertura massima sorprendentemente lenta; il nuovo 24mm f/2 DG DN, d’altra parte, è un approccio più equilibrato a un primo ultra-wide ed è più veloce e più grande. L’obiettivo f/2 ha prestazioni ottiche migliori rispetto alla versione f/3.5 e, insieme alla sua velocità, lo rende la scelta preferita per l’astrofotografia, i paesaggi, i paesaggi urbani e le riprese di strada, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione. L’f/3.5, d’altra parte, ha il vantaggio delle dimensioni inferiori, così come l’esclusivo ingrandimento massimo 1:2 per le riprese ravvicinate, rispetto all’ingrandimento medio 1:6.7 e alla distanza minima di messa a fuoco di 9,7″ del nuovo versione f/2.

Leggi l’articolo completo su B&H Photo.