Tokina 11-16mm f/2.8: Grandangolare per APS-C

2025
0

Ciao a tutti oggi abbiamo il Tokina 11-16mm f/2.8 AT-X Pro DX II, è una lente per fotocamere dotate di sensore APS-C e fa parte della serie ATX-Pro. La lunghezza focale si presta molto bene a fotografie potremmo dire artistiche oltre che a quelle paesaggistiche, ma guardiamo insieme cosa offre in termini di prestazioni questa lente

COSTRUZIONE

L’11-16mm è composto da 23 lenti divise in 11 gruppi, 2 sono lenti asferiche e 2 sono a bassa dispersione per cercare di minimizzare l’aberrazione cromatica e migilorare la definizione e il contrasto; inoltre abbiamo anche dei rivestimenti per combattere i riflessi di luce.
intero 11-16mm Il diaframma è composto da 9 lamelle e ha un’apertura massima di f/2,8 e minima di f/22 sono entrambe continue quindi non mutano se cambiamo zoom. Inoltre avere un’apertura di f/22 rispetto a f/16 come tanti altri obiettivi di questo tipo permette per esempio pose più lunghe senza bisogno di filtri ND.
frontale 11-16mm La minima distanza di messa a fuoco è 30cm abbiamo la modalità manuale e quella automatica separate, infatti per selezionarle abbiamo il meccanismo One-Touch Focus Clutch tipico di Tokina: con questo sistema la ghiera funziona anche da switch.
ghiera 11-16mm Entrambe le modalità sfruttano il gruppo di lenti interne quindi la parte frontale non ruota dandoci la possibilità di montare filtri polarizzatori, filtri che devono avere un diametro di 77mm. Come costruzione devo dire che è molto solido, non trema niente e non proviene nessun rumore dall’interno se lo agitiamo, le ghiere scorrono fluidamente e quella della messa a fuoco pensavo diventasse un po’ più debole visto modo di utilizzarla, invece maneggiandola risulta essere solida comunque.

PRESTAZIONI

La prima cosa da cui sono partito per testare la lente è la distorsione che porta alle immagini: Oltre alla bombatura tipica di queste lunghezze focali non abbiamo grandi aberrazioni.

All’apertura massima del diaframma abbiamo una leggera vignettatura che sparisce subito se iniziamo a chiudere il diaframma.
Vignettatura f/2.8 Tokina 11-16mmAbbiamo anche un accenno di aberrazione cromatica.

La nitidezza è buona, le immagini si ammorbidiscono un pochino con l’aprire il diaframma ma niente di impressionante.

Per quanto riguarda l’autofocus, questo è molto veloce e preciso l’unico difetto che ha è quello di essere molto rumoroso, usare il microfono interno della fotocamera sarà impossibile per registrare dei video, questo è un peccato perché se più silenzioso, con le giuste fotocamere come per esempio la 700D, la 70D o la nuova 7D, potrebbe essere stato un valido avversario dell’STM. Per farvi capire la rumorosità potete guardare il video al minuto 4:35.

CONCLUSIONI SULL’11-16MM

Quindi, obiettivo di buona qualità pur avendo qualche difetto ma per la fascia di prezzo in cui si trova sono sopportabili, il fatto di essere per APS-C lo rende prezioso a chi possiede fotocamere di questo tipo perché non deve ricorrere a obiettivi per full frame e sacrificare millimetri della lunghezza focale. il Tokina 11-16mm f/2.8 è quindi una soluzione ottima per fotografia come quella paesaggistica o quella notturna.
Spero che l’articolo vi sia stato utile, ma se avete domande fatele pure con un commento qui sotto!