Zeiss Milvus 50mm f/2 – un Makro Planar Eccezionale

2935
0

Continuiamo con la linea Makro Planar, in questo articolo voglio proporvi lo Zeiss Milvus 50mm f/2. Altra lente macro dalle prestazioni eccezionali, grazie al bokeh e alla nitidezza senza pari, tipiche di Zeiss limitarne l’uso alla sola fotografia macro sarebbe un crimine. Fotografia di strada, di viaggio e ritrattistica sono altri stili in cui la lente si comporta in maniera impeccabile. C’è da dire comunque che non è privo di qualche piccola pecca, durante i test ho visto che mantiene un comportamento simile a quello del fratello maggiore Zeiss Milvus 100mm f/2. Andiamo a vedere quindi come si copmorta e quanto influsicano questi piccoli “difetti” sulle prestazioni generali.

COSTRUZIONE

La costruzione è eccellente, il barilotto compeltamente in metallo dona compattezza e solidità a tutta la struttura. Tutto si muove alla perfezione, la fluidità delle ghiere rende l’utilizzo del 50mm un piacere.
Generale Zeiss Milvus 50mmLa lente è anche tropicalizzata, infatti abbiamo una guarnizione celeste sulla baionetta e altre sono inserite all’interno del barilotto, in grado di proteggere le lenti da polvere e umidità.
Tropicalizzazione Zeiss Milvus 50mmCome tutti gli obiettivi della serie Milvus anche questo 50mm è privo di autofocus, nella versione Nikon addirittura, abbiamo la ghiera per gestire manualmente anche il diaframma. Caratteristica interessante: durante la messa a fuoco il barilotto si allunga mostrando via via i rapporti di ingrandimento.
Scala ingrandimenti Zeiss Milvus 50mmInfine, ultima caratteristica degna di nota, il barilotto si allunga ma non ruota. Questo permette di montare qualsiasi tipo di filtro a vite, anche quelli polarizzatori, basta che il diametro sia di 67mm.
Filtro Zeiss Milvus 50mm

PRESTAZIONI

Le prestazioni, in generale, sono eccezionali ma la lente ha comunque qualche piccola mancanza. Partiamo dalla distorsione, la lente distorce in modo molto lieve le immagini ma questa distorsione viene amplificata se ci avviciniamo al soggetto. Comunque non è niente da non poter correggere in post produzione.
Nitidezza Zeiss 50mm Makro PlanarLa vignettaturra invece è più invadente e segue lo stesso comportamento dello Zeiss Milvus 100mm f/2: alla massima apertura è molto invadente ma appena chiudiamo a f/2.8 c’è un notevole miglioramento perché il disturbo diventa molto meno visibile. Per liberarcene definitivamente dovremo chiudere a f/4.

La nitidezza, non c’è nemmeno bisogno di dirlo, è eccezionale. In linea con il 100mm, l’unico appunto è che alle aperture maggiori abbiamo un ammorbidimento dei dettagli agli angoli delle immagini. Risolvibile facilmente chiudendo il diaframma.

Le aberrazioni mi aspettavo che fossero gestite peggio visto come si comporta con la vignettatura. Invece fa un buon lavoro: anche alla piena apertura non ne abbiamo grandi accenni e saltano fuori solo nelle zone che presentano un contrasto molto elevato.

I flares sono perfetti anche su questo 50mm, anche posizionando il sole in un angolo dell’inquadratura ne abbiamo solamente un accenno (ricordo che nella confezione è compreso anche il paraluce).

Infine il bokeh: molto bello, in pieno stile zeiss. Morbido, anche se meno della versione f/1.4, ma abbastanza da permettere alla parte a fuoco e lo sfondo di creare un contrasto tale da dare una sensazione di tridimensionalità.

CONCLUSIONI SUL 50MM

Lente eccezionale adatta a molti stili fotografici, il macro è solo quello principale. Street photography e ritrattistica (anche se per quest’ultima consiglio lo Zeiss 50mm f/1.4) non hanno segreti per questo 50mm, nitidezza e bokeh straordinaeri donano risultati spettacolari. non dimentichiamoci però che ha qualche (piccola) pecca come la vignettatura molto pesante a piena apertura, o quel leggero accenno di Aberrazioni. È vero che sono facilmente correggibili in post produzione però da un obiettivo di questo calibro mi aspettavo una gestione migliore. Comunque a farci dimenticare di questi difetti ci pensa la resa fotografica: il piacere che la lente provoca nel guardare gli scatti realizzati è indescrivibile, di seguito vi lascio delle immagini non ritoccate (come del resto tutte quelle di test).

Spero che l’articolo vi sia stato utile, se avete domande fatele pure con un commento qui sotto!