How To: Bilanciare il DJI Ronin M Correttamente

2925
0

Il Ronin M è uno strumento molto utile per film-maker con un budget limitato. Ad un costo relativamente accessibile offre una stabilizzazione perfetta su 3 assi grazie al sistema di motori elettrici di cui è fornito. Facile e intuitivo da utilizzare permette di creare riprese perfette al costo di perdere un po’ di tempo in fase di bilanciamento. Teoricamente potremmo anche toglierlo dalla confezione, montarci sopra una fotocamera ed iniziare a registrare ma questo porterebbe ad una stabilizzazione non precisa dell’inquadratura e al consumo enorme di batteria. Siccome bilanciarlo non è niente di complicato, basterà avere un po’ di pazienza (sopratutto la prima volta), andiamo a vedere insieme come fare.

PREPARARE IL RONIN M

Prima di poter bilanciare il dispositivo lo dobbiamo ovviamente montare. I pezzi che lo compongono sono pochi e semplici da collegare: abbiamo due barre orizzontali, uno maniglia centrale che funziona anche da impugnatura, una slitta per la fotocamera (o videocamera) con relativi accessori, una batteria, due impugnature verticali e lo stabilizzatore vero e prorio (costituito da un blocco unico).

Assemblare lo stabilizzatore è molto semplice: prima colleghiamo le due barre orizzontali allo snodo principale, insieme costituiranno il manubrio col quale sostenere l’intero sistema.
Assemblaggio manubrio Ronin MUna volta assemblato il manubrio appoggiamolo sul Tuning Stand (il telaio per sorreggere il Ronin M compreso nella confezione) e aggangiamoci le due impugnature verticali.
Stand Ronin MPossiamo anche inserirle ad una distanza casuale l’una dall’altra, l’importante è posizionarle correttamente, alla distanza che riteniamo più comoda, prima di bilanciare il sistema.
Assemblaggio Impugnatura Ronin MSotto lo snodo principale abbiamo una piccola slitta dotata di meccanismo quick-release, in questo punto dobbiamo inserire lo stabilizzatore.
Slitta-Snodo Ronin MUna volta montato il sistema principale possiamo prendere la nostra fotocamera (o videocamera), inserirci la batteria e la scheda di memoria e attaccarla alla piastra che poi inseriremo nel Ronin M. È importante inserire adesso batteria e memoria perché una volta alloggiata la camera nello stabilizzatore sarà difficile (a volte anche impossibile) farlo.

La piastra ha più fori per potersi adattare a più tipi di dispositivi, cerchiamo di rendere il più solido possibile il collegamento fra piastra e camera, per esempio: le videocamere professionali hanno più fori filettati nella parte inferiore, utilizziamone il maggior numero possibile.
Slitta fotocamera tutorial ronin mSe invece utilizziamo una fotocamera, o comunque abbiamo a disposizione un solo foro, possiamo utilizzare il sostegno per l’obiettivo che troviamo in confezione. Utilizzandolo renderemo macchina e lente una cosa sola evitando di creare vibrazioni controproducenti una volta acceso il Ronin M.
Supporto obiettivo tutorial ronin mÈ importante scegliere bene l’obiettivo prima di bilanciare il sistema perché se dovessimo sostituirlo dovremo anche ricalibrare tutto. Dobbiamo anche assicurarci di togliere il coperchio (facendo attenzione a non perderlo) alla lente frontale prima di bilanciare perché anche questo influsice sul bilanciamento.
Tappo tutorial Ronin MInoltre per fotocamere che allungano la lente una volta accese (comportamento tipico delle bridge) è opportuno tenerle accese durante il bilanciamento.
Obiettivo bridge tutorial Ronin MSiamo quasi pronti per iniziare a bilanciare lo stabilizzatore, montiamo la fotocamera e facciamola slittare nel punto in cui resta più o meno in equilibrio orizzontale (questo è solamente il punto di partenza, ci dovremo tornare più avanti). Dopodiché montiamo tutti gli accessori che pensiamo di utilizzare durante le riprese perché influiranno sul bilanciamento (esistono vari dispositivi che ne facilitano l’utilizzo come il Thumb Controller o il Follow Focus wireless). Infine inseriamo la batteria nel Ronin M, nella parte posteriore, facendo attenzione a spingerla fino in fondo perché altrimenti il dispositivo potrebbe dare problemi una volta acceso.
Batteria tutorial ronin mA questi punti stringiamo bene tutto ciò che deve essere stretto e siamo pronti per passare alla fase successiva.

BILANCIARE IL RONIN M

Prima di tutto pensiamo a bilanciare l’asse di Tilt, per farlo mettiamo in posizione verticale la fotocamera e lasciamola andare (teniamo fermo il Ronin M in modo che non possa inclinarsi orizzontalmente), a seconda di come si muoverà dovremo alzarla o abbassarla con le due slitte verticali facendo in modo di spostarla della stessa identica lunghezza da entrambe le parti (le slitte riportano delle misure per aiutarci a farlo).

Quando troveremo il bilanciamento perfetto la fotocamera dovrà rimanere dove la posizioniamo noi senza cadere in avanti o indietro.
Tilt Ronin MPer bilanciare l’asse di Roll facciamo praticamente la stessa cosa: mettiamo la fotocamera in posizione orizzontale e lasciamola andare. A seconda di dove cade dovremo spostarla a destra o a sinistra utilizzando la slitta orizzontale.
Roll slitta orizzontale Ronin MLa posizione perfetta, come prima, è quella in cui la fotocamera resta ferma dove la lasciamo.

Roll Ronin MTorniamo adesso a bilanciare la piastra che abbiamo semplicemente inserito e bloccato all’inizio. Per bilanciarla basta farla slittare avanti o indietro finché non troviamo il punto in cui la fotocamera rimane ferma sul posto. A questi punti la parte inferiore del Ronin M è bilanciata: se mettiamo la fotocamera in posizioni casuali questa deve rimanerci.
Tilt 2 Ronin MPassiamo ora a bilanciare l’asse di Pan, per farlo incliniamo il Ronin M in modo che la zona inferiore abbia una parte più alta dell’altra.

Pan Ronin MSe il Ronin M non resta in posizione allora dovremo aggiustarlo girando la manopola posta sul retro.
Manopola Pan Ronin MCi sposteremo avanti se il Ronin M cerca di portare la parte posteriore (dove c’è la batteria) verso il basso e viceversa.

COLLEGARE IL CONTROLLER REMOTO

Nella confezione, insieme al Ronin M, troviamo anche un controller remoto destinato ad un secondo operatore che gestisca lo stabilizzatore indipendentemente. I due dispositivi non sono già collegati, per farlo dobbiamo seguire un’operazione molto semplice.
Controller Ronin M accesoPrima accendiamo il controller remoto e dopo andiamo a premere con qualcosa di abbastanza sottile il pulsante “Bind” posto sulla colonna centrale dello stabilizzatore, dalla parte opposta alla batteria.
Attrezzo per premere bind sonin mAccanto al pulsante c’è un led che emette una luce rossa quando il Ronin M non è connesso al controller, ma appena i due dispositivi vengono accoppiati diventa verde.

Adesso non ci resta che accendere ed utilizzare lo stabilizzatore. Vi ricordo che questa procedura è la stessa sia per il Ronin che per il Ronin M e che esiste un’applicazione chiamata DJI Ronin Assistant per settare a proprio piacimento il dispositivo: dalla velocità di reazione ai nostri movimenti alla calibrazione dei motori brushless, insomma un’app praticamente indispensabile (potrei addirittura farci un intero tutorial, restate sintonizzati).

Spero che l’articolo vi sia stato utile, se avete domande fatele pure con un commento qui sotto!