DJI Mavic Pro vs Phantom 4 – qual è il Drone Migliore?

1798
4
CONDIVIDI

DJI ha da poco presentato il nuovo piccolo drone Mavic Pro, velivolo ripiegabile pensato appositamente per essere facile da trasportare. Indubbiamente una rivoluzione nel settore droni visto che fino ad ora la compattezza non è stato un aspetto preso in considerazione, o almeno solo in modo relativo. Droni come lo Yuneec Typhoon Q500 e il DJI Phantom 4 prendono molto spazio all’interno dei bagagli e, se trasportati con la loro custodia, diventano essi stessi un bagaglio. Ma acquistare il Mavic Pro signifcherebbe rinunciare alle prestazioni e alle features che offre il fratello più grande? Non è detto, scoprite perché leggendo l’articolo!

CARATTERISTICHE DEI DUE DRONI

DIMENSIONI E SOLIDITÀ

Il Mavic Pro è sicuramente un drone interessante ma deve fare i conti con la propria stazza, la leggerezza e la scelta di renderlo ripiegabile (che a sua volta lo rende meno solido rispetto al fratello maggiore). Quindi trasportarlo senza una protezione adatta potrebbe rivelarsi dannoso. Al contrario, il Phantom 4 non ha di questi problemi, se non per il gimbal che sostiene la videocamera: il telaio di questo drone è molto solido e resistente.

QUALITÀ VIDEO

Il Mavic ha una videocamera completamente nuova, molto più piccola di quella montata sul Phantom 4. Mentre questa ha circa le dimensioni di una GoPro Hero 5 Black quella del Mavic somiglia più ad una fotocamera da smartphone. Questo non impedisce però al Mavic di registrare in 4K come il Phantom 4. La differenza fra i due 4K sta nella nitidezza delle immagini, il Phantom 4 cattura immagini più nitide mentre i filmati creati con l’altro drone sono più morbidi (cosa risolvibile aumentando la nitidezza digitale con l’app DJI Go).

Avere tanta nitidezza digitale (quindi aumentata via software) non è sempre un bene perché c’è il rischio di dar vita ad artefatti come l’effetto moire.

GESTIONE ISO

Entrambi i droni si comportano molto bene da questo punto di vista, possono arrivare ad una sensibilità massima di 3200 ISO ma comunque non mi spingerei oltre gli 800, visto che da qui in poi le immagini si rovinano troppo. Comunque la prestazione migliore, anche se di poco, è quella del Phantom 4 probabilmente grazie al sensore della fotocamera più grande.

LUNGHEZZA FOCALE

La lente montata sul Mavic Pro restituisce un angolo di visuale più chiuso rispetto a quello del Phantom, questo vuol dire che l’obiettivo del Mavic è più “zoomato” infatti ha una lunghezza focale equivalente di 28mm. Il Phantom invece ha un obiettivo con una lunghezza focale più ampia, di 20mm. Tra i due preferisco il look del Mavic perché dà un tocco più cinematografico al filmato e inoltre aiuta a nascondere le eliche del drone quando inquadraiamo orizzontalmente, in avanti. D’altro canto il Phantom può tornare utile per ampie inquadrature ed effetti più ricercati.

MESSA A FUOCO

Altra particolarità del Mavic è il fatto che non ha una messa a fuoco fissa (come quella del Phantom 4). Questa è un’arma a doppio taglio perché da una parte permette di scegliere quale parte della scena avere a fuoco (e di fare dei cambi di fuoco all’interno dei filmati) ma dall’altra potrebbe rovinare i nostri video se ci scordiamo di settare la messa a fuoco. Questo non succede con il Phantom perché non permette di cambiare messa a fuoco: tutta la scena sarà a fuoco (o meglio, lo sembrerà) grazie alla lunghezza focale, quindi non dovremo preoccuparci di questo aspetto.

CONTROLLO

Nonostante le dimensioni ridotte il controller del Mavic offre tutto il necessario, come quello del Phantom! Ospita addirittura uno schermo LCD che mostra tutte le informazioni basilari di volo (velocità, altitudine, pressione), cosa che quello del Phantom non fa. Però mentre il controller del Mavic può ospitare al massimo uno smartphone il radiocomando dell’altro drone può ospitare un tablet (e relativo paraluce)! Per quanto riguarda il range di comunicazione, sorprendentemente il Mavic può allontanarsi dal controller fino a 7km circa mentre il Phantom 4 può arrivare a 5km. Migliore anche il sistema incaricato di schivare gli ostacoli: il Mavic Pro si sposterà dolcemente per mantenere i movimenti di camera fluidi.

CONCLUSIONI: QUALE DRONE SCEGLIERE

È ovvio che la scelta del Mavic Pro è ideale per chi viaggia molto ma non può rinunciare a portarsi dietro i ferri del mestiere, ma può essere la scelta giusta anche per chi è in cerca del primo drone o per chi non vuole l’ingombro dei modelli più grandi, le soddisfazioni non mancheranno assolutamente! Il Phantom 4 invece è ideale per chi punta a risultati più professionali: ha una linea di accessori più ampia, come filtri NDmoduli HDMI, protezioni e così via; qualità dei filmati superiore e, cosa da non sottovalutare, resistenza al vento maggiore grazie ai motori più potenti (che permettono di superare i 70km/h contro i 65 km/h del Mavic).

Spero che l’articolo vi sia stato utile, se avete domande fatele pure con un commento qui sotto!

  • Cristo Della Madonna

    Mi interessa molto la qualità video, però voglio anche più sicurezza e stabilità possibile. Quindi trasmissione di segnale ottimale e sensori anticollisione più precisi possibile (ho il terrore che mi vada a sbattere da qualche parte tipo alberi etc.) Cosa mi consigliate? Mavic o Phantom 4?

    • Ciao, se come priorità hai la sicurezza allora, fra i due, dovresti orientarti verso il Mavic Pro: più recente e quindi dotato di sistemi più efficienti. È però uscito da poco il nuovo Phantom 4 Pro che grazie a una serie di sensori e una videocamera secondaria offre un sistema di sicurezza migliore del Mavic.

  • Giuliano

    Salve li scrivo x un informazione più che inforinformazione un aiuto acquistare il drone , x me è la prima esperienza con il drone è vorrei acquistare un drone x far riprese di calcetto mi può consigliare quale drone acquistare? Grz mille!!!

    • Salve, secondo il regolamento ENAC non è possibile sorvolare “assembramenti di persone”, quindi non può filmare le partite di calcetto col drone. Un drone che però le posso consigliare è il DJI Mavic Pro: piccolo, agile e dalla qualità eccellente (anche il DJI Phantom 4 è un ottimo drone, leggermente più economico ma più ingombrante).