Ecoflow Delta Pro: il fotovoltaico portatile top di gamma!

90
0

In questo articolo ti torno a parlare di Ecoflow!

Dopo averti presentato in precedenza la stazione Delta 2, stavolta è il turno di Ecoflow Delta Pro.

Ecoflow Delta Pro: a tu per tu con il top di gamma

Si tratta di un generatore da 3.6 kilowatt, quindi 3.600 wattora che con X-Boost arriva ad erogare un doppio della potenza.

Il principio di Ecoflow Delta Pro è sempre lo stesso, quindi:

ecoflow-delta-pro
  • Accensione rapida e pressoché immediata
  • Display che indica la percentuale residua di energia e i giorni/ore di autonomia rimanenti (che si ricalcola in base ai dispositivi collegati in carica)
  • Carrello integrato per il trasporto – perché ovviamente rispetto alla Delta 2 il peso è totalmente diverso e anche l’ingombro
  • Le solite porte: quindi quattro porte schuko, le porte USB, e le USB-C per la carica rapida
  • Altre porte input sul retro: quella da 220, lo sblocco e il reset in caso di sovraccarico
  • L’interruttore per selezionare la carica normale oppure la carica rapida
porte-ecoflow-delta-pro

All’interno è presente un manuale di attivazione perché comunque anche l’assorbimento energetico è diverso rispetto appunto alla serie piccolina.

Anche Ecoflow Delta Pro raggiunge l’80% della carica in meno di un’ora.

Sul retro della power station sono presenti le due porte per le batteria extra; quindi attaccandoci una batteria extra è possibile arrivare a più di 7 kilowatt, mentre con due addirittura a 10,8 kW di autonomia.

All’interno di tutte le power station Ecoflow sono presenti:

  • Cavi di ricarica
  • Cavi sa corrente 220
  • Cavi da ricarica auto con attacco proprietario come quello di pannelli solari

Il cavo di ricarica dei pannelli solari è compreso nella confezione del pannello solare stesso.

Ecoflow Serie River

ecoflow-river-piccolo-generatore

Farei una menzione anche ai generatori portatili della serie River, che sono molto simili alla Delta Pro, che arrivano ad un massimo di 800 wattora.

A livello di peso e di ingombro sono più portatili rispetto ai prodotti top di gamma.

Il River Mini non è altro che una stazioncina di ricarica grande come quelle vecchie radio che una volta erano presenti nelle case di una volta.

Con una stazione della serie River è possibile fare smart working in completa autonomia!

Mi viene di pensare ad una persona che vuole andare a lavorare al parco giochi piuttosto che in un’area in cui non ci sono delle prese di corrente, con un prodotto del genere hai tutto quello che ti serve per poter lavorare.

All’interno di ogni confezione è presente un foglietto illustrativo con codice QR, scansionandolo è possibile ottenere i 24 mesi di garanzia extra dal produttore.

I pannelli solari Ecoflow sono di quattro tipologie

Nello specifico:

  • Pannello solare da 110 watt
  • Pannello solare da 160 watt
  • Pannello solare da 220 watt
  • Pannello solare da 400 watt

Sono tutti quanti composti da silicio monocristallino, ricoperti da una patina e con trattamento impermeabile per cui non temono le intemperie.

pannello-solare-fotovoltaico-ecoflow

I pannelli vengono forniti con una custodia foldable come quella di un qualsiasi PC portatile, all’occorrenza diventa un supporto per il pannello stesso.

Il pannello Ecoflow da 220watt è l’unico bifacciale, nel senso che si alimenta sia frontalmente che che sul retro; mentre gli altri hanno solamente il pannello frontale e sul retro invece sono rinforzati dalla stessa texture che caratterizza anche la rispettiva custodia.

La custodia è fornita con dei moschettoni con un lato rigido e un lato più flessibile.

I cavi sono tutti quanti trattati per essere impermeabili, l’unico accorgimento è per il connettore che dopo va da un innesto all’altro…

meglio non tenerlo sotto la pioggia!

I pannelli solari vanno dai prezzi al pubblico attuali sono:

  • 339 € per il 110 watt
  • 399 € per il 160
  • 599€ per il 220
  • 1099€ per il 400 watt

A livello di ingombro sono tutti simili, anche perché il 400 watt è formato da quattro pannelli da 100 watt.

ecoflow-delta-pro-power-station

Con un prodotto come Ecoflow Delta Pro, è interessante prendere in considerazione il rapporto potenza/ingombro

Prova a pensare ad un servizio fotografico in un luogo ostico dove puoi evitare tutte le problematiche dei cavi piuttosto che dei permessi per portarti dietro un furgoncino…

Con un generatore portatile del genere sei a posto!

Fermo restando che i prodotti Ecoflow sono totalmente compatibili con il mondo del camping e dell’outdoor.

Soprattutto se supportati dai pannelli solari potrai farti un weekend senza farti mancare nulla!

La batteria agli ioni di litio LFP garantisce 3000 cicli carica/scarica, dopodiché l’autonomia massima scende all’80%, quindi questo vuol dire che dopo 3.000 cicli non è che butto via la batteria ma semplicemente l’autonomia massima scende di circa un 20%.

Applicazione Ecoflow

app-ecoflow

Su tutti i prodotti c’è un adesivo con il codice QR da scansionare per accedere direttamente all’applicazione su Google Play Store oppure appunto sull’App store di iPhone.

Il riconoscimento del dispositivo tramite App è praticamente immediato già dal primo accoppiamento.

Una volta collegato è possibile vedere il livello di autonomia e la temperatura della batteria.

Grazie all’app Ecoflow puoi essere ovunque e tenere monitorati i dispositivi in carica a casa; puoi inoltre disattivare da remoto la carica dei dispositivi.

Quali sono le impostazioni controllabili dall’applicazione?

  • Il livello carica-scarica
  • Velocità della ricarica CA
  • Ingressi auto da 8 amper
  • Accensione/spegnimento di tutte le stazioni
  • Timeout unità se vuoi che dopo un determinato numero di ore si spenga la stazione Ecoflow (perché magari poi hai bisogno di caricarci altro una volta tornato a casa)

Questa è l’applicazione unica per tutti quanti i prodotti quindi questa schermata ce l’ho sia sulla top di gamma sia sulla entry level.


Acquista la power station Ecoflow Delta PRO, la batteria supplementare e i pannelli fotovoltaici sul nostro ecommerce Ollo Store!

Articolo precedenteCase Cooler Master MasterBox 520 Mesh
Articolo successivoCanon EOS R10 recensione e test sul campo della nuova mirrorless entry level

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!