Guida all’acquisto: le migliori Webcam per smart working

778
0

Lavorare da casa è un po’ il sogno di tutti ma farlo implica alcuni problemi, primo fra tutti l’interfacciarsi con colleghi o clienti e. Risolvere è comunque molto semplice, una webcam montata sopra al monitor è quello che ci vuole, così da avere un’interazione più naturale, per quanto filtrata dallo schermo del monitor, con i nostri collaboratori. Prodotti di questo tipo sono tantissimi e partono da cifre molto arrivabili, fino ad arrivare a prodotti di alto livello o a prodotti per usi specifici, dedicati a chi ha esigenze particolarei. In questa guida ti forniremo vari esempi di videocamere divisi per fascia di prezzo e utilizzi!

LE MIGLIORI WEBCAM PER LAVORARE DA CASA

Andiamo allora a vedere quali sono le migliori alternative attualmente in commercio. Partiamo dai prodotti più economici come la Logitech Webcam C270, un prodotto ideale per conferenze o chiamate fra amici che con uno sforzo economico minimo permette comunque di registrare filmati in HD 720i. Logitech HD C525 è invece un modello comunque economico, dotato di risoluzione 1280x720p, ma che aggiunge alcune funzioni come autofocus e la possibilità di direzionare la telecamera anche sul piano orizzontale.

Salendo invece verso le webcam Full HD troviamo la Logitech HD Pro C920, modello che permette di sfruttare la risoluzione 1080p per le conversazioni su Skype o per registrare sul PC, in questo caso creando file H.264 a 30fps grazie alla videocamera da 15 Megapixel. Con questo modello entriamo in quella fascia di prodotti utili per conferenze di un certo spessore, colloqui di lavoro o interventi durante live streaming. Ad arricchire il comparto tecnico troviamo anche un sistema ottico targato Zeiss che garantirà nitidezza sicuramente all’altezza della risoluzione Full HD.

Razer dedica la sua Razer Kiyo Webcam, principalmente a chi gioca in streaming ma le sue caratteristiche la rendono utile in tatti casi: il led ad anello per illuminare omogeneamente il soggetto è perfetto per dare un chiaro punto di vista di sé stessi, utile per colloqui di lavoro e conferenze di grande importanza.

WEBCAM SPECIALI

Uscendo dal concetto classico di webcam troviamo dei prodotti molto interessanti, dedicati ad utilizzi particolari: Logitech ConferenceCam Connect per esempio è un prodotto perfetto per chi lavora spesso in movimento, integra un altoparlante ed una videocamera Full HD 1080p; inoltre grazie alla tecnologia di connessione Bluetooth, e alla batteria ricaricabile integrata, potrà essere accoppiata a molti dispositivi senza l’ingombro dei cavi.

Per chi invece ha bisogno di trasmettere meeting e conferenze Logitech PTZ PRO 2 è la compagna perfetta, dotata di gimbal a 2 assi (verticale e orizzontale) dà la possibilità di inquadrare perfettamente il soggetto così da seguirne i movimenti senza bisogno di essere spostata. La videocamera inoltre, in grado di filmare in Full HD 1080p, è dotata di zoom ottico 10x per gestire sia grandi spazi come auditorium e aule magne sia distanze ravvicinate come l’interno di una sala riunioni

Concludiamo la raccolta con una webcam dedicata a chi on ammette compromessi, stiamo parlando della Logitech MeetUp una webcam dotata di videocamera in grado di filmare ad una risoluzione 4K UHD con angolo di campo di ben 120°, perfetto per piccoli studi o per inquadrare più persona (quindi anche sale conferenza).

MONITOR CON WEBCAM INTEGRATA

I monitor con webcam integrata sono un ottimo modo per procurarsi immediatamente tutto il necessario per lavorare in smart working da casa. Se ancora non hai una postazione di lavoro dedicata, puoi pensare di acquistare uno di questi prodotti risolvendo così due problemi in una volta sola. E non ti preoccupare, esistono dei prodotti molto buoni a prezzi altrettanto buoni, come il monitor LED Full HD Lenovo 22 Gen3 da 21.5″ dotato di webcam integrata direzionabile, perfetto come schermo singolo o per affiancarne un altro.

Per chi lavora in ambito grafico consigliamo invece un monitor come l’HP E27D G4 da 27″ e risoluzione 2K Quad HD, così da sfruttarne la pregiatezza del pannello LED in combinazione con la webcam integrata. Perfetto per partecipare a brainstorming e gettarsi immediatamente nel lavoro. Dotato di bordi sottili è inoltre un monitor dedicato a chi lavora con una combinazione di più schermi, perfetto per essere affiancato alla sua versione senza webcam, ovver HP EliteDisplay E273D.

Per chi invece ha bisogno di più spazio, o è abituato ad utilizzare due schermi, con il monitor curvo Philips P Line 439P9H/00 si troverà perfettamente a suo agio, come se fosse seduto alla scrivania del proprio studio. Grazie ai suoi 43.4″ di diagonale e al suo rapporto di forma di 32:10 potra sostituire egregiamente due monitor; inoltre, la risoluzione di 3840×1200 lo rende un buon display per fruire di contenuti multimediali. Interessante anche le funzioni garantite dalla fotocamera integrata, oltre a fungere da webcam permette di sfruttare il riconoscimento facciale di Windows Hello, così da non permettere a nessuno di accedere al PC senza permesso.

CONSIGLIO BONUS

Oltre alle classiche soluzioni, per migliorare la qualità delle chiamate o dei live streaming, è possibile utilizzare anche la propria fotocamera come webcam, l’importante è che questa soddisfi un requisiti importante: quello di avere un’uscita video HDMI così da poterla collegare ad una scheda di acquisizione USB (che a sua volta dovremo collegare al computer). Se la tua fotocamera (o videocamera) ne è provvista allora puoi procurarti un cavo HDMI ed una scheda di acquisizione. Se per i primi è piuttosto semplice, basta controllare la tipologia di porta in uscita dalla fotocamera (solitamente mini- o micro-HDMI), per la scheda di acquisizione vanno presi in considerazione due aspetti: risoluzione video e frame rate.

Prodotti come la Elgato Game Capture 4K60 Pro, permettono di ritrasmettere una sorgente 4K a 60fps, molto utile anche per dirette streaming di un certo livello, mentre schede come la AverMedia Live Gamer Portable arrivano ad una risoluzione massima di 1920x1080p (Full HD) a 30fps, però abbassando nettamente il proprio prezzo. Usare la propria fotocamera è una soluzione più professionale, però è importante che anche la linea internet sia all’altezza del flusso video, quindi assicurati di poter trasmettere a piena risoluzione, altrimenti renderai vani tutti gli investimenti fatti.

CONCLUSIONI

Come vedi le soluzioni sono tante e non per forza esigenti dal punto di vista del budget. Trova la webcam che fa al caso tuo visitando il nostro sito, oppure segui i consigli che ti abbiamo dato e scegline una di quelle mostrate nell’articolo. Comunque sia, se questo articolo ti è stato utile condividilo su Facebook! Se invece ti dovessero essere rimasti dubbi o domande non esitare a commentare qui sotto; sono ben accette anche opinioni ed esperienze personali!