Guida alla Postazione di Gioco Definitiva per Simulatori di Guida

2002
0

Guidare, nella realtà, può essere molto noioso: il traffico, i limiti di velocità e la polizia possono ostacolare la voglia di velocità. Per non parlare del poter guidare solo ed esclusivamente solo la propria auto (almeno il più delle volte); quindi, almeno che non abbiate una Ferrari nel vostro garage, vi dovrete accontentare della vostra utilitaria. Fortunatamente però esiste un modo per guidare auto sportive senza dover spendere mezzo milione di euro, la soluzione si chiama simulatore di guida.

VOLANTE E PEDALI

I joystick possono andar bene finché rimaniamo nell’ambito dei videogames arcade, titoli come Mario Kart per intenderci; ma utilizzare queste periferiche con simulatori di corsa come Forza Motorsport o Gran Turismo sarebbe come fargli uno sgarbo. Per questo, e per rendere più reale possibile l’esperienza di gioco ovviamente, esistono periferiche come i volanti. Per chi possiede un Xbox One la soluzione ideale è il Thrustmaster TMX Force Fedback: volante 28 GT in pelle da 11″ rimovibile dalla Base TX Racing Wheel Servo; dotato di levette del cambio sequenziale e della pedaliera Thrustmaster T3PA, composta da acceleratore, freno e frizione. Tutti i pedali offrono un feedback, come se fossero reali, e inoltre permettono di essere aggiustati in altezza e distanza reciproca.

A chi possiede una Playstation 4 invece conviene acquistare il Thrustmaster T150 RS Force Feedback: altro sterzo da 11″ che offre una rotazione di ben 1080°; feedback per sentire lo sforzo dell’auto e gli urti che questa riceve; include una pedaliera freno-acceleratore e, oltre alla PS4, è compatibile con Playstation 3 e computer Windows.

Se siete amanti del videogioco Gran Turismo allora potreste pensare al Thrustmaster T300RS GT Force Feedback, serigrafato con il logo del videogame offre le stesse features degli altri due modelli e una pedaliera T3PA GT Edition composta da freno, acceleratore e frizione. È compatibile con PS4. PS3 e Windows.

CAMBIO

Molti volanti sono dotati di cambio sequenziale. Caratteristica ideale per guidare supercar, ma che non renderebbe giustizia allo stile di guida delle muscle car, non mi risulta che la storica Shelby Mustang avesse un cambio di questo tipo. Quindi perché non completare il kit di guida con un cambio a leva? Il Thrustmaster TH8A per esempio offre un pattern ad “H” che permette di cambiare fra 7 marce più la retro; oltre alla modalità sequenziale (così da adattarsi ad ogni tipo di vettura guidata).

Il sistema di fissaggio a 360° permette al TH8A di essere fissato nella posiione più comoda possibile, inoltre permette di posizionarlo sia a destra che a sinistra del volante (per provare il brivido di guidare all’inglese).

SEDILE DA CORSA

Certo potreste fissare il volante ad una scrivania, il cambio alla sedia e i pedali al terreno ma mancherebbe qualcosa, no? Perché allora non completare il tutto con un sedile da corsa? Il Playseat Evolution Racing per esempio è un ottimo sedile, solido, che offre una staffa per il volante e una per i pedali.

Altra soluzione, più appariscente, è il Playseat Racing F1 che riprende il design dei sedili usati in Formula 1; anche questo sistema permette di collegare volante e pedali per un’esperienza più reale possibile, come se fossimo realmente all’interno di una monoposto (perfetto per essere abbinato al volante Thrustmaster T150 Ferrari Force Feedback).

MONITOR

Ci sono tanti modi di emulare il parabrezza di un auto, potreste utilizzare il tradizionale set-up a tre monitor per esempio (messi uno accanto all’altro), sempre che non vi diano fastidio la cornici degli schermi. Altrimenti, per ovviare a questo problema, potreste utilizzare un display curvo come l’AOC Agon AG352QCX o l’Asus ROG Swift PG348Q, dovrai solo preoccuparti di posizionarlo alla corretta distanza per ottenere il giusto effetto.

Altra soluzione, per un’immersione totale, potrebbe essere un visore virtuale. Con il giusto set di periferiche sarete in grado di scordarvi della realtà, immergendovi completamente nella gara; mi raccomando però, la visuale in prima persona è d’obbligo!

CONCLUSIONI

Assemblare una postazione di gioco decente permette di giocare ai simulatori di corsa come si deve; anche se potete accontentarvi del semplice controller, impugnare cambio e volante fa sicuramente un altro effetto. Questa comunque erano i nostri suggerimenti, se avete già la vostra postazione aiutateci a migliorare questa guida, commentate qui sotto!