MacBook Pro – Come far Arrivare la Batteria a Fine Giornata

891
0

Il neo MacBook Pro dotato di Touch Bar ha subito fatto storcere il naso, fra le altre cose, per la propria autonomia; a differenza dei modelli precedenti che vantano una solida autonomia di 10 ore (con un utilizzo leggero), l’ultimo MacBook arranca notevolemte. Se questa cosa vi infastidisce allora non dovete far altro che leggere il nostro articolo, qui troverete vari trucchi per portare a fine giornata la batteria del vostro MacBook Pro.

LA LUMINOSITÀ DELLO SCHERMO

Mentre aumenta la luminosità dello schermo, Apple decide di diminuire la batteria da 95.5Wh (del MacBook Pro 2015) a 76Wh per l’odierno MacBook Pro. Anche se il nuovo schermo è energicamente più efficiente del 30%, può raggiungere una luminosità maggiore del 67% rispetto ai modelli precedenti. Quindi se fino ad ora vi siete trovati bene, potete tranquillamente diminuire la luminosità dello schermo a circa il 75%.

I DEVICE USB

Ogni volta che viene collegato al MacBook un device USB si attiva un processo del sistema che altrimenti rimarrebbe in uno stato di risparmio energetico. Anche gli hard disk esterni dotati di alimentazione propria attivano questo processo.

SAFARI

Non c’è dubbio che alcuni browser di terze parti siano più efficienti di Safari, ma quest’ultimo riesce a gestire in modo migliore il consumo di energia. Per esempio, non sfrutta la potente scheda grafica ma si accontenta della GPU installata nel processore; siti più pesanti potrebbero non essere altrettanto fludi ma ci guadagnamo molto in autonomia.

APP E PAGINE WEB INUTILIZZATE

È buona abitudine chiudere le applicazioni e le schede che non utilizziamo più: anche se inattive richiedono comunque un consumo di energia. Applicazioni come Photoshop o Illustrator è praticamente obbligatorio spegnerle quando inutilizzate, la loro domanda di risorse grava molto sull’autonomia del MacBook.

GLI ADATTATORI

Le nuove porte USB Type-C del MacBook sono fantastiche, se avete i giusti cavi e periferiche compatibili. Se invece siete costretti ad utilizzare i vari adattatori in commercio, che necessitano di un chip per rendere compatibili i vari tipi di connessione, allora è bene scollegarli quando non li utilizziamo.

VIDEO E SOTTOTITOLI

Un espediente da non sottovalutare è quello di guardare video e filmati a schermo intero e senza sottotitoli; può estendere la durata della batteria di 45 (o addirittura 60) minuti circa.

Avete altri suggerimenti? Scriveteceli con un commento, fateci sapere voi quali contromisure utilizzate!