Le migliori impostazioni per caccia fotografica!

205
0

Impostazioni per caccia fotografica: quali sono quelle che ho utilizzato?

Stavolta voglio parlarvi di uno shooting che ho realizzato, trovi qui l’articolo.

Mi sono divertito con il Sigma 150-600mm sport, una lente bella impegnativa che ho provato per la prima volta.

Voglio cogliere questa occasione per darvi un po’ di dritte e consigli che magari durante il video non sono riuscito a fornirvi perché ero impegnato a scattare.

Quindi vi spiegherò le impostazioni fotografiche che dovete utilizzare per poter riuscire a tornare a casa con degli scatti fenomenali andando a fotografare gli animali!

Partiamo dalle impostazioni della lente

obiettivi-per-caccia-fotografica-sigma-150-600

Come vedete è una lente bella ingombrante.

Questa lente per caccia fotografica infatti, partendo da 150 mm arrivando fino a 600, si estende e non va a zoomare internamente, bensì fuori.

Questo porterà a sbilanciarvi, quindi mi raccomando: prestate sempre la massima attenzione al peso!

Inoltre considerate che, se avete la possibilità, lavorare su un cavalletto vi renderà ancora più stabili.

Questa lente per Sigma ha tre impostazioni che la rendono ideale per caccia fotografica:

  • L sta per Locked: con questa impostazione la lente non andrà a muoversi
  • T sta per Tight: in questo caso sarà possibile lavorarci e zoomare, l’utilizzo sarà molto più duro e questo vi permetterà di non rischiare di modificare inavvertitamente i parametri mentre camminate o vi spostate da un posto all’altro
  • S sta per Smooth: con questa impostazione sarà tutto più fluido e la lente si muoverà in continuazione… meglio evitare questa impostazione quando camminate ed utilizzarla solo in fase di scatto quando siete davanti ad animali che si muovono rapidamente

Per quanto riguarda le altre impostazioni ovviamente ho lavorato con l’autofocus continuo, andando a regolarlo dalla macchina.

Messa a fuoco full quindi potendo mettere a fuoco fino all’infinito.

La lente presenta la dicitura OS, optical stabilization, infatti questa lente è stabilizzata.

Su queste focali vi consiglio sempre di andare a prendere una lente stabilizzata perché con questa lunghezza focale è veramente facile andare a fare delle foto mosse a causa del movimento delle mani.

Abbiamo due opzioni:

  • La 1  è per foto statiche
  • La 2 è per foto in movimento – ad esempio se passano dei volatili allora andate a impostare 2

L’altro consiglio che vi do è di affiancare la lente a un corpo macchina stabilizzato, così avrete ancora più stabilizzazione dell’immagine.

Questo perché spesso non vi potete aiutare con cavalletto perché magari la situazione è troppo dinamica e  non avete il tempo per piazzarvi con cavalletto come magari fareste con la fotografia paesaggistica.

Voglio farvi vedere le differenze scattando a 150 mm e a 600mm

Questo perché c’è una bella differenza!

Quello a sinistra in basso è uno scatto realizzato a 169 mm (quindi vicino a 150) mentre quello a destra a 600.

Potete vedere in modo chiaro e tondo la differenza scattando lo stesso soggetto dalla stessa distanza.

Quindi a 169mm sono riuscito a fare una figura intera e come vedete il soggetto non stacca poi così tanto dallo sfondo, non si ha quel super bokeh dove non si capisce nulla dallo sfondo…

Cioè, certo stacca dallo sfondo e secondo me è un’ottima immagine che mi soddisfa però abbiamo questo tipo di resa questo tipo di inquadratura.

Questo proprio per avere un’idea voi che magari volete più un 150 oppure un 600 mm.

Un consiglio che voglio darvi è di non preoccuparvi dell’apertura del diaframma su queste focali così spinte, perché considerate che all’aumentare della lunghezza focale si ridurrà la profondità di campo e quindi anche a F 5.6 o 6.3, come vedete nello scatto realizzato a 600 mm, abbiamo un super bokeh!

L’apertura del diaframma ci deve interessare per un altro discorso

Sto parlando della luminosità della scena e di quanta luce entra attraverso la lente!

Il consiglio che vi do è di scattare quando ancora c’è molto sole e molta luce.

Non andate a scattare ad esempio alla blue hour con lenti del genere, perché non avrete abbastanza luce da far entrare nella lente.

Perché dico questo?

Perché non potete scattare con dei tempi lenti, all’aumentare della lunghezza focale dovete scattare con un tempo altrettanto veloce!

Infatti ho scattato a 600 mm con 1/640.

Seguo sempre questa regola: cioè il tempo di scatto uguale alla lunghezza che sto usando.

Quindi se scattassi a 600 mm utilizzerei 1/600 a livello teorico.

Poi se volete usare un tempo anche un po’ più veloce siete ancora più tranquilli.

Però se andate a lavorare con stabilizzazione della macchina e stabilizzazione della lente siete molto più avvantaggiati, quindi io per stare sereno utilizzerei 1/640.

Anche quando scattavo a 150 mm lo stesso, lì per lì non è che stai a dire: “aspetta allora scatto a 1/150, ho appena zoomato e allora cambio il tempo!”

Sempre tempo 1/640 e siete tranquilli!

Apertura del diaframma massima per far entrare più luce possibile e ISO automatici!

Nel caso dei primi due scatti ero a ISO 640, mentre in altri, come nell’immagine qui sotto, mi sono dovuto spingere parecchio con gli ISO.

impostazioni-caccia-fotografica-iso

Questo perché fotografare i volatili cambia molto il gioco rispetto a fotografare invece un daino che è lì fermo.

migliori-impostazioni-per-caccia-fotografica-airone-bianco-e-nero

Nel prossimo scatto ad esempio è presente un airone che ho congelato in applicazione Smooth per poter zoomare rapidamente e avevo messo un tempo di un 1/5000 perché i volatili si muovono velocissimi e non vogliamo avere le ali che vengono mosse.

Quindi è richiesto un tempo velocissimo e di conseguenza la mia macchina mi ha detto: vuoi 1/5000?

Va benissimo!

Però in quel caso è necessario salire con gli ISO.

In quel caso specifico ero a 640 ISO perché c’era sole pieno contro il cielo e quindi non c’erano grossi problemi.

Ma ad esempio, in questo altro scatto, ero a ISO 4.000 perché ero sempre a 1/5000.

Il consiglio che vi do è di avere una macchina che sia abbastanza prestante anche sotto l’aspetto degli alti iso in modo tale da non avere troppo rumore fotografico.

impostazioni-per-caccia-fotografica-scatto-iso

E le impostazioni per effettuare caccia fotografica al tramonto?

E per concludere ho scattato al tramonto per un discorso di luce che mi crea una bella atmosfera che mi va a staccare il soggetto.

Come vedete abbiamo un ottimo bokeh già a 246 mm e ISO 500.

impostazioni-caccia-fotografica-tramonto

Con questo articolo voglio farvi ragionare e dire: “Ok, voglio una resa più da 150 mm o da 600mm? Oppure per le foto che voglio fare, voglio questo range di focali?”

Allora vi consiglio questa lente oppure magari uno potrebbe optare per un 400mm, a quel punto potete prendervi il 2.8 oppure andare ad aggiungere moltiplicatori di focale eccetera eccetera!

Se siete interessati potete cliccare sul link per poter vedere la scheda prodotto del 150-600 Sigma Sport.

Vi saluto e mi raccomando iscrivetevi al canale YouTube se ancora non siete parte della Community di Ollo Store così da non perdervi le nostre ultime novità.

Articolo precedenteFiltri per fotografia notturna? Mettiamo alla provia il filtro Kase Neutral Night
Articolo successivoDJI MIC: microfoni wireless fino a 250 metri!
Sono Walter Quiet: fotografo fiorentino di 27 anni, sono il punto di riferimento per la fotografia in Ollo Store. Condivido consigli, tecniche e tutorial per chi ama la fotografia in modo non convenzionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.