Schede Grafiche – Ci sarà presto un calo dei prezzi?

38
0

Le schede grafiche sono per l’ennesima volta al centro della scena, negli ultimi trimestri infatti, hanno subito un notevole rialzo dei prezzi, soprattutto le schede di fascia alta, conseguenza dell’alta domanda da parte dei Miners e la poca disponibilità vista la pandemia mondiale.

Ma quanto pare l’offerta sta migliorando e la domanda da parte dei “minatori” si sta riducendo, si prevede quindi che i prezzi delle schede diminuiranno questo trimestre.

La domanda di schede grafiche basate su RDNA 2 e AMD architettura Ampere di Nvidia rimarrà ovviamente elevata: ma in Cina (uno dei paesi con la domanda più alta di schede video) sta facendo tutto per reprimere l’estrazione e il commercio di criptovalute, quindi la domanda delle aziende di mining diminuirà (riportato da DigiTimes).

A contribuire alla diminuzione della domanda di schede, entra in gioco anche il fatto che l’estrazione di Ethereum (una delle criptovalute più minate) non è nemmeno poi così troppo redditizia rispetto a mesi fa e i minatori sono meno inclini all’acquisto di schede. Di conseguenza molti di questi, minatori ed aziende specializzati in mining, saranno inclini a vendere i loro hardware inondando il mercato con schede grafiche di seconda mano, influenzando inevitabilmente i prezzi delle nuove schede, evento di fatto negativo per i produttori.

Le fonti dicono che i prezzi delle schede si normalizzeranno entro la seconda metà dell’anno, il che porterà l’interesse dei gamers non solo su queste ultime, ma anche su altri componenti del PC.

Normalmente, le vendite unitarie di schede grafiche migliorano nel terzo trimestre rispetto al secondo, quindi i prezzi probabilmente diminuiranno in generale.
È interessante notare che alcune persone credono che la mania del mining di criptovalute tornerà, insieme ai prezzi anormalmente alti delle schede grafiche.