Sony FE 50mm f/1.4 Planar – Il Primo della Classe

183
0
CONDIVIDI

Dopo aver recensito il Sony FE 85mm f/1.4 G Master continuiamo con la serie di obiettivi standard targati Sony andando a vedere come si comporta il 50mm f/1.4 Planar; altra ottica della pregiata linea Grand Master ma dall’angolo di visuale più ampio, più simile a quello dell’occhio umano.

COSTRUZIONE

A prima vista potrebbe sembrare il fratello maggiore, l’85mm, perché le dimensioni e le fattezzo sono molto simili; anche il peso rimane elevato per essere un obiettivo mirrorless (c’è comunque da tener presente il fatto che è un’ottica full frame).

Generale Filtro Sony FE 50mm f1.4 G Master

Ho detto che i due obeittivi si somigliano perché abbiamo lo numero e la stessa disposizione dei controlli sul barilotto: la ghiera elettronica dedicata alla messa a fuoco manuale; quella per gestire il diaframma; lo switch per selezionare la modalità di messa a fuoco e infine quello per “cliccare” o meno la ghiera dei diaframmi (ovvero vincolarla a fare scatti di 1/3 di stop o lasciarla libera di girare fluidamente).

L’obiettivo è tropicalizzato, infatti è dotato di una guarnizione che gira intorno alla baionetta per protegge se stesso e l’interno della fotocamera da infiltrazioni di polvere e umidità. Mentre dall’altra parte, quella frontale, possiamo montare qualsiasi tipo di filtro (anche quelli polarizzatori) perché il focus avviene internamente; basta che i filtri abbiano un diametro di 72mm.

PRESTAZIONI

L’85mm f/1.4 è un’ottima lente ma questo 50mm riesce a superarlo in alcuni frangenti, come la nitidezza e la gestione delle aberrazioni; ma non perdiamo tempo e andiamo a vedere insieme come si comporta.

DISTORSIONE

Partiamo subito alla grande, la distorsione non è un aberrazione di cui dobbiamo preoccuparci, assolutamente. Anche senza la correzione automatica della fotocamera questo disturbo rimane praticamente invisibile.

VIGNETTATURA

La vignettatura invece non viene gestita altrettanto bene: anche se a f/2.8 scompare completamente, alle aperture focali maggiori è evidente, diminuendo di quasi uno stop la luminosità delle zone periferiche delle foto. Comunque è altrettanto vero che è il disturbo più semplice da eliminare, possiamo utilizzare la fotocamera o un qualsiasi programma di fotoritocco.

NITIDEZZA

Cosa riesce a fare questo 50mm a piena apertura è fenomenale, il livello di dettaglio è molto alto per un’apertura così spinta; e non solo al centro, gli angoli delle immagini mantengono un ottimo livello di nitidezza. Il culmine lo abbiamo però a f/5.6, apertura dopo la quale abbiamo nuovamente un leggero calo, che termina conb l’apertura minima di f/16.

ABERRAZIONI CROMATICHE

Se odiate dover correggere le aberrazioni negli scatti a piena apertura, tranquilli, questa lente ne produce una quantità così esigua che attivando la correzione automatica sulla fotocamera non dovrete preoccuparvene più.

FLARES

Per quanto riguarda i flares si comporta nello stesso modo dell’85mm: gli scenari che riesce a gestire sono molti, ma non tutti. Infatti se inseriamo il sole all’interno dell’inquadratura, magari seminascosto, i flares non tarderanno a farsi vivi.

BOKEH

Anche il bokeh è simile a quello offerto dall’85mm. Lo sfondo è morbido e le highlights non hanno contorni troppo definiti; caratteristiche che creano un piacevole contrasto con il soggetto (e le parti a fuoco in generale), facendolo risaltare sul resto dell’immagine. Usare questo 50mm per ritratti a mezzo busto (e dettagli) è un vero piacere.

CONCLUSIONI SUL 50MM

Indubbiamente un’ottica di altissimo livello che si rivelerà utile in molti frangenti, dalla street photography alla ritrattistica; ovviamente essendo una lente standard è ottima anche per fotografia generale. A chi è dedicata? Il prezzo la rende un oggetto su cui investire, quindi fotografi professionisti e amatori con un budget ampio. Soffermiamoci un attimo su un semplice dettaglio, lo switch per decliccare la ghiera del diaframma: questa caratteristica lo rende un obiettivo polivalente e versatile, in un istante permette di scorrere lungo le focali in modo fluido, avendo così un controllo in stile video, cosa che torna molto utile ai moderni fotografi di matrimoni (che si sono dovuti reinventare anche videomaker). Insomma, se siete alla ricerca di un nuovo obiettivo standard per la vostra mirrorless Sony non potete lasciarvi sfuggire questo gioiello.

Se avete domande sul Sony FE 50mm f/1.4 Planar fatele pure con un commento qui sotto!