Come creare sfondo sfocato nelle foto

164
0

Oggi parliamo su come ottenere uno sfondo sfocato nelle foto quando scattiamo dei ritratti, oppure quando scattiamo delle foto degli oggetti o a degli animali, a dei bambini.

Questo è un po’ il motivo che ci spinge a passare da uno smartphone a una macchina fotografica, infatti con il telefono spesso otteniamo delle foto piatte; per piatte intendo che non si distingue il soggetto dallo sfondo, che non viene staccato e questo stacco viene dato proprio dallo sfondo sfocato.

sfondo sfuocato fotografia. apertura diaframma lunghezza focale, distanza del soggetto. distanza dello sfondo. sfondo sfuocato smartphone.

Allora senza perderci troppo in chiacchiere ragazzi andiamo subito a vedere quali sono gli elementi che ci permettano di ottenere lo sfondo sfumato nelle foto.

Apertura del diaframma

Allora l’elemento numero 1 è dato dall’obiettivo.
Se vuoi partire con una macchina fotografica insieme all’obiettivo quindi kit con l’obiettivo base che potrebbe essere il 18-55 mm oppure 16-50, sono obiettivi che hanno un’apertura del diaframma parecchio aperta e questo fa sì che non otterrete lo sfondo sfocato.

Potreste rimanere delusi perché nonostante l’acquisto non otterrete lo sfondo sfuocato quindi continuate a leggere perché alla fine di questo tutorial la vostra delusione scomparirà, ve lo garantisco!

Dovete quindi cercare obiettivi che hanno un’ apertura del diaframma più spinto possibile come f 1.8 f 1.4 f 1.2 oppure anche f 2.8, già si inizia a ragionare parecchio bene.

Maggiore sarà l’apertura del diaframma e maggiore sarà lo sfondo sfocato dietro il nostro soggetto. Personalmente per questo tipo di foto scatto sempre un 35 mm f 1.4 ma mi viene in mente anche il 50 mm di 1.8 che fa veramente un ottimo sfuocato.

sfondo sfuocato fotografia. apertura diaframma lunghezza focale, distanza del soggetto. distanza dello sfondo. sfondo sfuocato smartphone.

Quindi l’apertura del diaframma non è una cosa che possiamo andare a regolare direttamente dalla macchina fotografica e scegliere quella che vogliamo, bensì dipende dall’obiettivo.

Dobbiamo quindi montare un determinato obiettivo e vedere l’apertura massima del diaframma. L’apertura è indicata da un valore -f- tratto il numero: quindi per farvi un esempio pratico questo qui è un 17-28 mm f 2.8:

sfondo sfuocato fotografia. apertura diaframma lunghezza focale, distanza del soggetto. distanza dello sfondo. sfondo sfuocato smartphone.

Mentre invece quest’altra lente kit che vi dicevo prima è 16-50 mm f 3.5 5.6:

sfondo sfuocato fotografia. apertura diaframma lunghezza focale, distanza del soggetto. distanza dello sfondo. sfondo sfuocato smartphone.

Questo significa che a 16 millimetri potremo aprire fino a 3.5, ma a 50 mm invece potremo aprire fino a un massimo di 5.6. Tenete dunque conto che più il numero è basso e più che andiamo aprire il diaframma.

Dovete puntare ad avere dei numeri bassi e considerare anche che più sono bassi i numeri e più alto sarà il prezzo dell’obiettivo.

Questo è uno dei motivi per cui quando si comincia nella fotografia abbiamo degli obiettivi che hanno delle aperture di diaframma inferiori perché costano meno.

Dopo di che andiamo a impostare la nostra macchina fotografica su “M” quindi manuale oppure su “priorità di diaframmi“.

sfondo sfuocato fotografia. apertura diaframma lunghezza focale, distanza del soggetto. distanza dello sfondo. sfondo sfuocato smartphone.

Ogni marca ha una sigla diversa che contraddistingue la priorità di diaframma e da lì andiamo a dargli il valore che vogliamo quindi scattate in manuale e andate a mettere l’apertura del diaframma al massimo.

Lunghezza focale

Il fattore numero due è la lunghezza focale del vostro obiettivo quindi si casca sempre lì, sugli obiettivi e non sulla macchina.

Quindi l’obiettivo maggiore sarà la lunghezza focale e maggiore sarà lo sfondo sfocato dietro. Quindi passando a un esempio pratico, se andremo a scattare con un grandangolo sarà sempre più difficile ottenere uno sfondo sfocato.

Se scattiamo a 18 mm con la stessa apertura di diaframma avremo uno sfondo molto meno sfuocato rispetto a scattare con 50 mm con la stessa apertura.

sfondo sfuocato fotografia. apertura diaframma lunghezza focale, distanza del soggetto. distanza dello sfondo. sfondo sfuocato smartphone.

Ancora di più con 70 mm, con un 85 mm, un 100 mm, un 70-200 mm. Se provate un obiettivo come il 70-200, vi renderete conto che non serve aprire più di tanto il diaframma perché già la lunghezza focale ci sparerà uno sfuocato pesantissimo dietro

Anche in questo caso il consiglio è di scegliere un obiettivo che abbia una lunghezza focale spinta al punto tale da darci uno sfondo sfuocato. Vi suggerisco quindi da un 35 mm 1.8 che già fa un bel sfondo sfuocato e più che andiamo a salire e più che andiamo a sfocare lo sfondo a parità di apertura di diaframma.

Distanza del soggetto

Il terzo fattore e la distanza dei soggetti rispetto ai fotografi, quindi se noi ci prendiamo un obiettivo bello spinto con l’apertura del diaframma abbastanza ampia, f 1.8 o f 2.8 ma scattiamo da lontano il nostro soggetto, l’effetto sfondo sfuocato non lo otterrete.

sfondo sfuocato fotografia. apertura diaframma lunghezza focale, distanza del soggetto. distanza dello sfondo. sfondo sfuocato smartphone.

Dovete dunque avvicinarvi il più possibile, più sarete vicini al vostro soggetto e più che poi lo sfondo sarà sfuocato, più che vi allontanate e meno che sarà sfuocato.

Distanza dello sfondo

A proposito di distanza, è importante che lo sfondo sia anche distante dal vostro soggetto. Se voglio fotografare una persona per fare un ritratto e la metto vicino allo sfondo sfocherà pochissimo perché la distanza focale sarà simile al mio soggetto.

sfondo sfuocato fotografia. apertura diaframma lunghezza focale, distanza del soggetto. distanza dello sfondo. sfondo sfuocato smartphone.

Mentre più allontaniamo lo sfondo e quindi più mettiamo il nostro soggetto distante dallo sfondo e maggiore sarà l’effetto sfondo sfuocato, chiamato anche effetto bokeh.

Sfondo sfuocato con Smartphone

Parlando di fotografia con lo Smartphone chiaramente passare a una macchina fotografica vi dà una marcia in più perché potete fare tutte queste regolazioni in modo manuale ma soprattutto perché potete utilizzare delle lenti intercambiabili.

Però anche con i telefoni di nuova generazione non c’è da scherzare infatti ad esempio io ho l’ iPhone 12 e ciò che possiamo fare col telefono è andare ad applicare i principi che vi ho detto fino ad ora:

  • mettere il soggetto vicino al telefono,
  • tenere uno sfondo distante,
  • usare un teleobiettivo ad esempio ora ci sono nei telefoni doppia fotocamera, tripla fotocamera, ecco mettete la fotocamera “teleobiettivo”.
  • ma soprattutto scattate in manuale. Ci sono dei telefoni che lo fanno fare di base oppure tramite alcune app quindi in quel caso andiamo ad aprire il diaframma il più possibile.

Possiamo anche mettere la modalità “ritratto” ma sarà un effetto artificiale fatto in post produzione cioè ci va a sfocare lo sfondo ma come se noi lo facessimo direttamente su Photoshop con un filtro di sfocatura.

Non è dunque una sfocatura reale come potrete voi stessi scattando con un obiettivo che ha una resa un milione di volte superiore.

Questo Tutorial finisce qua ma se ti piacciono i Tutorial di Fotografia ti consiglio di guardare anche 5 consigli per Foto con la Neve incredibili, Come creare Look Vintage alle foto – Photoshop Tutorial oppure Foto cinematografiche: come ottenerle con il filtro black mist

Vi ricordo di iscrivervi al nostro canale YouTube per non perdervi la nostre ultime novità.

Articolo precedenteOllo Store e PNY insieme per gli RTX DAYS!
Articolo successivoCome fare fotografia naturalistica – Scattiamo col 150-600mm Sigma Sport!
Sono Walter Quiet: fotografo fiorentino di 27 anni, sono il punto di riferimento per la fotografia in Ollo Store. Condivido consigli, tecniche e tutorial per chi ama la fotografia in modo non convenzionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.