Come Creare una Doppia Esposizione con lo Smartphone

3114
0

In fotografia, creare una doppia esposizione vuol dire combinare due fotografie differenti per dar vita ad una singola immagine finale. Non pensiate che sia una tecnica nata con la fotografia digitale, questo modo di rappresentare la realtà è una delle tecniche più antiche: le fotocamere analogiche (a rullino) erano dotate di un meccanismo per impressionare due (o più) volte lo stesso frame.

Ovviamente con l’avanzare della tecnologia è arrivata la fotografia digitale e Photoshop, che hanno preso il posto di quella povera levetta vicina al pulsante di scatto. Oggiogiorno però la doppia esposizione è divenuta ancora più accessibile e creativa grazie agli smartphone, non è più necessario avere una fotocamera per dar sfogo alla nostra vena artistica, basta utilizzare il telefono!

SCATTARE PER DOPPIA ESPOSIZIONE

La doppia esposizione è una tecnica divertente e anche d’impatto, può essere utile per creare foto puramente artistiche o per risolvere qualche problema tecnico, come fa l’HDR. Ma senza addentrarci troppo nella teoria di questa tecnica, lo farò sicuramente in un altro articolo, andiamo a vedere come creare velocemente immagini d’effetto utilizzando un’applicazione.

ANDROID – DIANA PHOTO

L’applicazione che ho scelto di proporvi per questo sistema operativo è Diana Photo, app che esiste anche in versione iOS ma a pagamento. Diana permette di creare e condividere immagini in doppia esposizione molto velocemente. Basta scattare le due foto (o combinarle con, e fra, quelle nella galleria) e avremo immediatamente il risultato in anteprima sulla schermata principale dell’app.

Qui prima di condividere la foto sui social network (il formato delle immagini è molto adatto ad Instagram) possiamo applicare vari filtri facendo uno swipe orizzontale sull’anteprima; è possibile inoltre combinare in maniera casuale fotografie e filtri premendo sull’icona dei dadi.

iOS – FUSED

L’applicazione che ho scelto per chi possiede un iPhone è praticamente identica a Diana, con il plus di poter unire fra loro anche video!. Quest’app si chiama Fused e presenta un’interfaccia simile a Diana, in alto l’anteprima e in basso le immagini (e i video) che abbiamo utilizzato per creare la doppia esposizione. Diversamente dall’altra applicazione Fused permette di modificare l’immagine finale tramite alcuni settaggi come la trasparenza dell’immagine sovrapposta, e non tramite filtri.

Permette inoltre di applicare maschere sulle immagini, per eliminare quei dettagli che non vogliamo nel risultato finale. L’app offrea anche una collezione di contenuti che ricalcano lo gli stili più famosi. Fused è quindi un’applicazione molto avanzata e completa, peccato non esista la versione Android.

Esistono moltre altre applicazioni ovviamente, per esempio Photoblend è un’app sia per Android che iOS e rappresenta una valida alternativa, semplice ed intuitiva; quelle che vi ho proposto sono semplicemente le app che ho ritenuto più valide fra quelle gratuite. Se avete domande non esitate a commentare qui sotto!