Guida all’acquisto della giusta scheda SD per video 4K

100
0

No, quelle che hai già a casa probabilmente non vanno bene. Ci dispiace. Ma puoi comunque star tranquillo, al contrario di cosa potresti chiedere, il prezzo di una scheda SD che permetta di registrare in 4K non è alto, affatto. In questo articolo andrò dritto al punto, parlando dei singoli prodotti; se fossi interessato a sapere qualcosa in più sulle schede, come per esempio cosa sia la velocità di lettura, allora ti consiglio vivamente di leggere anche Quale scheda SD comprare in base alle proprie esigenze dove troverai la spiegazione, passo per passo, di tutti i dati e le sigle riportate su queste memorie.

REQUISITI DEL VIDEO 4K

Per filmare in 4K è necessario rispettare determinati requisiti, primo la velocità di scrittura (da non confondersi con la velocità di lettura stampata sulla scheda SD). Cosa indica questo dato?

LE MIGLIORI SCHEDE SD

Veniamo al dunque. Fra i maggiori brand che producono queste memorie troviamo Sony, Adata e Sandisk. Quasi tutti propongono anche alternative economiche, come per esempio Adata 64GB Premier Pro SDXC UHS-I U3 che forte dei suoi 80 MB/s in scrittura permette di filmare in 4K con fotocamere entry level (o che comunque non producono filmati troppo pesanti). Ma è SanDisk 64GB Extreme PRO SDXC Classe 10 UHS-I è la soluzione più interessante perché per pochi euro in più avremo accesso a ben 170 MB/s in lettura (utili per spostare i file sul PC), 90 MB/s in scrittura (grazie ai quali possiamo stare più tranquilli) ed un software di recupero dei file in caso la formattassimo per errore.

Piccola nota, per sapere come recuperare le immagini e i video dalle schede di memoria ti consiglio di leggere il nostro articolo Come recuperare file cancellati dalle schede SD

Spostandoci sulla fascia di prezzo superiore troviamo anche Sony con la propria Sony 64GB UHS-I U3 4K classe10 in grado di scrivere a 90 MB/s e leggere a 95 MB/s, ma è Adata 64GB Premier ONE V90 SDXC UHS-II la miglior soluzione: allo stesso prezzo della Sony offre prestazioni nettamente superiori, infatti permette alla fotocamera di leggere a 290 MB/s e scrivere a ben 260 MB/s sfruttando lo standard UHS-II (quindi per aver accesso a queste prestazioni devi essere in possesso di una fotocamera compatibile, come la Sony Alpha 7 III).

Utilizzare una scheda UHS-II con fotocamere non adatte, quindi ancora appartenenti allo standard precedente UHS-I, è comunque possibile ma creeremo un collo di bottiglia sulle prestazioni della scheda, vincolata a muoversi alla velocità massima della fotocamera. Quindi prima di acquistare una scheda troppo veloce, assicurati di quali siano le esigenze della tua fotocamera.

Salendo ancora di prezzo entriamo in quella che potremmo definire la lega maggiore, SanDisk 64GB Extreme PRO SDHC 300MB UHS-II per esempio è in grado di leggere a 300 MB/s e scrivere a 260 MB/s e viene fornita con lo stesso software di recupero citato prima. Ma in questa fascia è Sony a farla da padrona offrendo la soluzione più interessante: Sony 64GB SDXC Tough UHS II U3. Questa scheda è in grado di leggere a 300 MB/s netti e scrivere a ben 299 MB/s, ma non è questa la caratteristica più importante bensì l’essere indistruttibile.

Esatto, le schede della linea Tough sono create per sostenere ogni tipologia di maltrattamento: essendo stampate in un unico componente sono impermeabili, possono sostenere forti pressioni e urti di vario tipo. Sony produce anche la versione “normale” di questa scheda che ad un prezzo leggermente inferiore offre le stesse prestazioni ma ha una struttura classica, quindi meno resistente ai maltrattamenti; si chiama Sony 64GB SDXC UHS-II U3.

Ho preso come esempio il taglio da 64GB perché è quella più indicata per riprese 4K, permettendo di filmare per un tempo (spesso) sufficiente. Ovviamente però ci sono anche i tagli più grandi, come l’Adata 256GB Premier ONE V90 SDXC UHS-II o la Sony 128GB SDXC Tough UHS II U3.

Spero di essere stato chiaro, se comunque hai ancora qualche dubbio non esitare a commentare qui sotto!